Quotidiani locali

Carcasse abbandonate dopo la festa islamica

TOMBOLO. Sacchi gettati in un fosso, la vicedelegata Oipa di Treviso, Genny Bacchin, e il veterinario all’interno trovano i resti della macellazione clandestina di due pecore, il tutto probabilmente...

TOMBOLO. Sacchi gettati in un fosso, la vicedelegata Oipa di Treviso, Genny Bacchin, e il veterinario all’interno trovano i resti della macellazione clandestina di due pecore, il tutto probabilmente collegato alla festa del sacrificio (l’Eid al-Adha) che quest’anno è stata festeggiata dal 31 agosto fino al tramonto del 4 settembre. Il ritrovamento è stato fatto nella giornata di lunedì a Tombolo, in una stradina dove il passaggio di mezzi e persone non è importante. Sono stati i residenti della via a notare i sacchi e contattare l’associazione animalista, che si è subito attivata per capire cosa contenessero. Bacchin ha coinvolto, oltre alle forze dell’ordine e all’Usl 6, anche il sindaco Cristian Andretta, che ha seguito passo dopo passo l’evolversi della faccenda. «Questo tipo di macellazione», spiega la volontaria, «prevede improvvisati “sgozzamenti fai-da-te” senza alcun tipo di stordimento degli animali e illegale nel nostro paese. L’Oipa lancia un messaggio a tutti i cittadini affinché venga segnalata
la detenzione di caprini, ovini e bovini detenuti da privati cittadini che non hanno autorizzazioni sanitarie per avere questi animali. Invita inoltre i cittadini a rivolgersi ai carabinieri e alla polizia locale per richiedere degli accertamenti».

Silvia Bergamin

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics