Quotidiani locali

Chicchi grandi come albicocche La Bassa flagellata dalla grandine

Notevoli i danni a colture, case e auto provocati dal nubifragio abbattutosi anche sul Piovese La Coldiretti: «La sferzata del maltempo mette a rischio la vendemmia nella zona delle Doc»

CONSELVE. Chicchi grandi come albicocche. Ci hanno dovuto fare i conti ieri pomeriggio vaste zone del Conselvano e del Monselicense, con notevoli danni ad automobili e abitazioni e soprattutto alle colture. La vendemmia, che sta entrando nel vivo proprio in questi giorni, è stata messa letteralmente in ginocchio.

L’ondata di maltempo si è materializzata all’improvviso ieri pomeriggio intorno alle 17.

Nel giro di pochi secondi chicchi di grandine del diametro anche di sei centimetri sono scesi su Conselve, Tribano, Arre, San Pietro Viminario, Pozzonovo, Pernumia, Monselice (specialmente in località San Cosma), Arquà Petrarca, ma anche Bovolenta, Candiana, Agna, Terrassa Padovana, Codevigo, Correzzola (in particolare a Brenta d’Abba e Civè) e intorno alle 19 persino in alcuni Comuni dell’Estense, città di Este compresa.

Per quasi mezz’ora violenti temporali, un misto di pioggia e grandine molto violenta, hanno imperversato in questa ampia area della provincia, creando seri danni a carrozzerie e vetri di automobili (centinaia i mezzi colpiti) e abitazioni (molti i lucernari andati in frantumi e le coperture danneggiate). Non si registrano feriti o incidenti. Oltre ai “drammi” personali di chi s’è visto crivellare l’auto dalla grandine, di chi è trovato in strada al momento della forte grandinata, di chi ha assistito a coppi e tegola volare e di chi ha visto “scoppiare” i vetri delle finestre, a piangere sono soprattutto gli imprenditori agricoli.

«Nei giorni in cui sta iniziando la vendemmia in tutta la zona delle Doc Bagnoli e Corti Benedettine arriva la sferzata del maltempo che purtroppo peserà negativamente su una annata che si presentava ottima in vigneto», conferma Coldiretti Padova, «Ad avere la peggio i vigneti ormai prossimi alla vendemmia, in particolare le uve bianche come il Prosecco e il Pinot Grigio, quest'ultimo alla vendemmia dopo l'entrata in vigore della nuova Doc delle Venezie. Le prime segnalazioni sono arrivate pochi minuti dopo la sferzata meteo, ma ci vorranno dei giorni per valutare i danni. Intanto in vigneto si procederà con la vendemmia cercando di anticipare i tempo in modo da contenere ulteriori problemi sanitari e salvare le uve risparmiate dalla grandine».

Conferma lo stato di gravità anche Roberto Lorin, presidente della Cantina di Conselve: «L’area colpita è piuttosto estesa, pur con diverse intensità. La vendemmia ne risentirà sicuramente. Domani (oggi, ndr) molto probabilmente apriremo eccezionalmente la cantina per permettere il conferimento dell’uva che si è salvata ai nostri associati,
che ci hanno chiamati numerosi in queste ore».

Ieri sera le associazioni imprenditoriali hanno avviato anche verifiche nei frutteti della zona del Monselicense, così come nelle serre che potrebbero essere state danneggiate dalla grandinata.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista