Quotidiani locali

coldiretti 

Allevamenti un taglio alla burocrazia

Stop ai formulari cartacei negli allevamenti zootecnici, almeno per quanto riguarda la dichiarazione di provenienza per i bovini, gli ovini, i caprini e i bufalini in occasione degli spostamenti da...

Stop ai formulari cartacei negli allevamenti zootecnici, almeno per quanto riguarda la dichiarazione di provenienza per i bovini, gli ovini, i caprini e i bufalini in occasione degli spostamenti da un’azienda all’altra. Dal 2 settembre sarà obbligatorio l’invio telematico del cosiddetto “modello IV” che gli allevatori ben conoscono. «Attualmente si tratta di un modulo da compilare in quattro copie» ricorda Giovanni Roncalli, direttore di Coldiretti Padova «una per la stalla di partenza, una per l’Uls di partenza e una per quella di arrivo, una per la ditta di destinazione. Con l’informatizzazione potrà essere stampata una sola copia che dovrà accompagnare gli animali. La semplificazione burocratica è un processo atteso dalle aziende che si spera possa tradursi in minor tempo trascorso dagli agricoltori sulle “carte”, tempo prezioso che ora viene sottratto alle numerose attività in azienda. Ben vengano dunque queste innovazioni, le quali però richiedono anche una certa attenzione, soprattutto nella fase iniziale. Per questo abbiamo organizzato un incontro informativo aperto a tutti gli allevatori con la presenza di un esperto che entrerà nel dettaglio della procedura». Se ne parla stamattina dalle 10 nella sala riunioni del Consorzio
Agrario del Nordest a Padova, in via Vigonovese, con Laura Bortolotti, dell’istituto Zooprofilattico delle Venezie. Anche l’Uls 6 sta organizzando alcuni incontri informativi. Prossimi appuntamenti lunedì 31 alle 20.30 a Conselve, sala Dante, e il primo agosto a Gazzo in municipio.

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics