Quotidiani locali

Molesta la barista, bastonato dal fidanzato 

L’uomo difende la compagna dalle avances del cliente, che finisce all’ospedale in prognosi riservata

VIGONZA. Avventore importuna la barista, che fa intervenire il fidanzato.

Fra cliente e fidanzato scoppia una lite al culmine della quale quest’ultimo brandisce un bastone e spacca la testa al cliente. Che ora si trova ricoverato all’ospedale di Padova in prognosi riservata: i colpi lo hanno quasi ridotto in fin di vita.

Indagano i carabinieri di Pionca.

La sanguinosa lite l’altro ieri alle 20.30 al bar “Angel”, già Myfair, in via Roma, di fronte al patronato. La barista, una giovane italiana, come ogni pomeriggio si trovava dietro al bancone del locale per il turno di servizio quando un cliente le ha fatto avances piuttosto spinte.

La giovane lo ha richiamato diverse volte a stare al suo posto, ma senza esito.

Così ha telefonato al fidanzato, un albanese residente a Vigonza, spiegando che non riusciva a liberarsi della fastidiosissima presenza. L’uomo ha raggiunto il bar per difendere la compagna. Fra fidanzato e cliente è nata una furibonda lite durante la quale il fidanzato ha preso un bastone e ha colpito il cliente alla schiena e alla testa riducendolo a una maschera di sangue. Il tutto davanti agli altri avventori, terrorizzati.

Regolati i conti, il fidanzato si è allontanato mentre W.F., il titolare cinese del bar, chiamava il 112.

Sul posto è arrivata una pattuglia dei carabinieri di Cadoneghe che, viste le gravi condizioni in cui versava l’aggredito, hanno chiamato il 118 e nel frattempo lo hanno identificato in D.O.D., 29 anni, romeno. Gli operatori del Suem lo hanno medicato ma, dopo le prime cure, il ferito ha rifiutato il trasporto in ospedale allontanandosi anch’esso dal bar. Alle 2.40, però, D.O.D. ha raggiunto da solo il Pronto soccorso di Camposampiero: s’era aggravato e non resisteva al dolore.

Dal Pietro Cosma il giovane romeno è stato trasportato all’ospedale di Padova e ricoverato nel reparto di neurochirurgia per trauma cranico commotivo ed emorragia cerebrale. I medici si sono anche riservata la prognosi ma non sarebbe in pericolo di vita. Ieri mattina i carabinieri di Pionca sono andati al bar di via Roma per ricostruire

i fatti e identificare l’aggressore, che sarebbe il fidanzato della barista. La loro presenza è stata notata dai molti cittadini che si recavano a messa e che erano a conoscenza dei fatti accaduti la sera prima, diventati di dominio pubblico la sera stessa. (g.a.)
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics