Quotidiani locali

Bitonci: "Diteci dove sono i profughi e noi agiremo"

L'ex sindaco contro l'accoglienza diffusa: segnalateci le case, faremo le barricate

«In molti ci hanno segnalato che alcuni enti starebbero per ospitare una ventina di clandestini nelle loro proprietà. Se qualcuno dovesse notare dei movimenti strani ci avvisi subito, perché noi faremo le barricate per difendere i cittadini».

Riparte la “caccia allo straniero” dell’ex sindaco Massimo Bitonci. Ieri, attraverso un video postato sulle sue pagine dei social, ha fatto un appello ai padovani affinché avvertano lui, o i suoi sostenitori (indicando un numero di cellulare e una e-mail visibile anche sui suoi manifesti elettorali), qualora dovessero verificarsi episodi di ospitalità: «Sta ricominciando l’occupazione degli appartamenti e le persone sono molto preoccupate. State attenti ad affittare alloggi e nessuno si faccia comprare dalle cooperative» ha detto Bitonci, descrivendo come un crimine la legittima possibilità che i proprietari degli appartamenti hanno di poterli mettere a disposizione per l’accoglienza.

«Ci sono arrivati tantissimi messaggi di cittadini che hanno paura, anche dai residenti di Chiesanuova, i quali ci hanno segnalato i sopralluoghi all’interno della caserma Romagnoli e Pierobon. Mi auguro che il governo non mandi clandestini in quell’area, perché noi faremo le barricate

per evitarlo. L’Africa in Italia non ci sta, e per l’accoglienza esiste lo Sprar di cui anche noi abbiamo giustamente usufruito».

Proprio il leader del Carroccio Matteo Salvini però, durante l’incontro del 25 aprile a Verona, aveva urlato dal palco: «No allo Sprar».

(l.p.)

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Pubblicare un libro, ecco come risparmiare