Quotidiani locali

Velisti di Padova uccisi in Croazia, il pm ricusa il giudice

Diede il minimo al motoscafista: «È troppo a favore dell’imputato»

PADOVA. «Troppo a favore dell’imputato». Lo ha detto ieri in aula, alla ripresa dell’udienza, il pubblico ministero rivolto al giudice, di fatto ricusandolo.

Ora deciderà il tribunale croato. Il processo è quello a carico dell’imprenditore croato Tomislav Horvatincic che travolse e uccise al volante del proprio motoscafo la coppia di velisti padovani Francesco Salpietro e Nelly Patella.

Il giudice Maja Supe, alleggerì la pena infliggendo il minimo, 1 anno e 8 mesi con la condizionale. Pena annullata dalla Corte d’appello che ha invitato il giudice a rivalutare la situazione di Horvatincic.

I figli dei Salpietro sono tutelati dall'avvocato Luigi Pasini.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' PER GLI SCRITTORI

Stampare un libro ecco come risparmiare