Quotidiani locali

"Arriva il movimento islamico", l'ennesima notizia falsa della campagna elettorale

Distribuiti in centro volantini di un sedicente movimento che chiede una moschea a Padova e la poligamia. Ovviamente una provocazione che qualcuno scambia per verità

PADOVA. Era annunciata una campagna avvelenata dalla fake news (notizie false). E come negli Stati Uniti iniziano anche le azioni di provocazione basate su presupposti assolutamente falsi. Domenica mattina in centro a Padova infatti sono stati distribuiti una serie di volantini che invitavano a votare per un fantomatico "Movimento islamico". Movimento che non esiste: tutti i riferimenti sia su Facebook che sul web non esistono.

Nel volantino, la cui grafica ricorda i colori bianco e rosso della città con una similitudine con quella dell'ex sindaco Massimo Bitonci, c'è la foto di un giovane con un tradizionale vestito islamico e si parla di attivare una forma di "credito islamico" (ed in effetti esiste una forma di finanza islamica basata sui precetti del Corano, che però prevede la necessità di devolvere una parte dei propri guadagni in carità e che non ci siano tassi usurai nei prestiti), si chiede una grande moschea a Padova e la possibilità di rendere legale la poligamia, "per tornare ad avere più figli". Il tutto corredato da un simbolo in cui si uniscono la mezzaluna islamica con la bandiera arcobaleno simbolo del pacifismo e del movimento gay.

A denunciare alla polizia il volantinaggio

sono stati i due esponenti di Fratelli d'Italia Marina Buffoni e Gabriele Zanon: "Vogliamo capire se si tratta di uno scherzo anticipato rispetto al Primo Aprile oppure se è un'azione di provocazione propagandistica intesa ad alimentare il conflitto nella nostra città".

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVE OPPORTUNITA' PER CHI AMA SCRIVERE

Servizi, una redazione a disposizione dell'autore