Quotidiani locali

Vai alla pagina su Cittadella calcio
Il Citta perde ancora, playoff più lontani 

Cittadella

serie b

Il Citta perde ancora, playoff più lontani 

I granata sconfitti ad Ascoli, ma giocano a lungo in dieci uomini 

ASCOLI. Il Cittadella viene sconfitto 2-1 ad Ascoli e perde ancora terreno sulle dirette concorrenti in chiave playoff, scendendo al nono posto. Ma sull'andamento dell'incontro pesano molto alcune decisioni discutibili del direttore di gara Aureliano di Bologna.

A 3 minuti dal termine di un primo tempo equilibrato, il fischietto emiliano espelle Iori, reo di aver sgambettato Cassata che si stava allontanando con il pallone sottobraccio dopo aver commesso un fallo. Il capitano granata è senza dubbio autore di una leggerezza, ma la decisione dell'arbitro è sembrata fin troppo severa. Altrettanto controverso l'episodio che accade al 4' della ripresa. Chiaretti entra a contatto con Almici in area di rigore, il terzino ascolano cade a terra e tocca il pallone con il braccio.

L'arbitro giudica l'intervento volontario e assegna, tra le veementi proteste dei padroni di casa, un calcio di rigore al Cittadella.

Dal dischetto Litteri timbra il dodicesimo gol stagionale e porta in vantaggio il Citta. L'Ascoli, una volta assorbito il colpo, fa valere piano la superiorità numerica e dopo una rete annullata a Cacia per fuorigioco, pareggia al 20' con un colpo di testa di Gigliotti su azione d'angolo. Aglietti non si accontenta e inserisce anche Orosolini (baby talento già acquisto dalla Juve), che dopo aver sfiorato il gol al 34' (grande parata

di Alfonso) trova il 2-1 al 43' anticipando Benedetti su cross di Gigliotti.

Il Citta, che paga 50 minuti giocati in 10 uomini, può recriminare soprattutto per un primo tempo giocato a corrente alternata, nel quale ha sfiorato il vantaggio con un palo colpito da Chiaretti in avvio.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVE OPPORTUNITA' PER CHI AMA SCRIVERE

Servizi, una redazione a disposizione dell'autore