Quotidiani locali

Bagnoli, donna fa jogging e viene aggredita vicino alla base di San Siro

La denuncia del primo cittadino: sarebbe accaduto attorno alle 20. La donna, una quarantenne di Bagnoli, è stata aggredita da un uomo e trascinata in un campo 

BAGNOLI. Grave fatto di violenza a Bagnoli, dove c'è la base che ospita i profughi in attesa di asilo.

leggi anche:

Una donna italiana è stata aggredita da un uomo che avrebbe cercato di trascinarla in un campo.

La donna, una quarantenne del posto, sarebbe poi riuscita a liberarsi e a scappare. Adesso si trova ricoverata in ospedale in stato di shock.

I rilievi di polizia scientifica...
I rilievi di polizia scientifica sulla bici abbandonata dall'uomo

Erano da poco passate le 19 quando la donna, sulla quarantina, stava facendo jogging lungo la pista ciclabile che collega la frazione di San Siro, dove abita, al centro del paese.
 
Poco lontano dalla scuola media, mentre correva con gli auricolari addosso, è stata bloccata da un uomo arrivato in bicicletta. E' stata trascinata su un campo, a qualche decina di metri dalla strada, mentre tentava di reagire e divincolarsi.
 
 
L'uomo l'ha picchiata ripetutamente al volto e ha cercato di immobilizzarla. Ma la quarantenne, alta circa quasi un metro e ottanta, fisico sportivo e allenato, ha risposto con tutta la sua forza e ha graffiato ripetutamente il suo aggressore finché è riuscita a scappare e a tornare verso la strada provinciale.
 
In quell'istante si è fermata un'auto dalla quale è scesa una signora del posto che ha notato la donna sporca di terra sulla pista ciclabile.
 
L'aggressore ha lasciato sul posto una bici del tipo mountain bike. 

La bicicletta lasciata in strada...
La bicicletta lasciata in strada dall'aggressore

La campagna intorno al luogo dell'aggressione è stata passata al setaccio dalle forze dell'ordine, accorse con più pattuglie. Intanto nella vicina base di San Siro nessuno si era accorto di nulla finché la notizia non è arrivata, poco dopo le 21, insieme ad alcune auto dei carabinieri che hanno sorvegliato l'area.

Furioso il sindaco Roberto Milan. «E' successo quel che non sarebbe mai dovuto accadere. Ho avvisato subito il vice prefetto Aversa, venga lui adesso a spiegare ai familiari della vittima cosa intende fare».

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVE OPPORTUNITA' PER CHI AMA SCRIVERE

Servizi, una redazione a disposizione dell'autore