Quotidiani locali

Vai alla pagina su Omicidio Isabella Noventa
Dentista abusivo, di nuovo condannato Paolo Noventa

Dentista abusivo, di nuovo condannato Paolo Noventa

Un anno e due mesi con 20 mila euro di risarcimento all’Ordine degli odontoiatri. Stralciata la posizione della sorella Isabella che è stata assassinata 14 mesi fa

PADOVA. È l’8 novembre 2014 e il programma tivù “Le Iene”, in onda su Italia 1, trasmette il servizio su un dentista abusivo che lavora nell’hinterland di Padova dividendosi fra più studi. È quanto basta per far scattare l’ennesima inchiesta dei carabinieri del Nas.

Ieri, al termine di un rito abbreviato che prevede lo sconto di un terzo della pena, sentenza di condanna a carico di Paolo Noventa, 52 anni di Maserà, un diploma di meccanico dentista e nessuna laurea, fratello di Isabella la segretaria di Albignasego inghiottita nel nulla la notte di quasi 14 mesi fa e (secondo la procura padovana) assassinata dai fratelli Sorgato con Manuela Cacco.

È l’ennesima condanna per il tecnico pronunciata, stavolta, dal giudice padovano Laura Alcaro che ha inflitto un anno e due mesi di reclusione al 52enne con la qualifica di delinquente abituale, e l’applicazione della misura di sicurezza della libertà vigilata per un anno, a pena espiata.

Anche in quest’occasione si è costituito parte civile (assistito dall’avvocato Anna Desiderio) l’Ordine dei medici e degli Odontoiatri che ha ottenuto 20 mila euro di risarcimento, mentre altri 5 mila sono stati riconosciuti al medico di base Sandro Terrazzan (tutelato dall’avvocato Valentina Arnò).

Noventa (il 4 novembre 2015 condannato per analoghi reati a 8 mesi con la condizionale, e 70 mila euro di risarcimento all’Ordine degli odontoiatri) era accusato di concorso in esercizio abusivo della professione di odontoiatra, gestione di ambulatori dentistici senza la prescritta autorizzazione del sindaco, falso per aver prescritto farmaci ed esami diagnostici utilizzando timbri e ricettari intestati al dottor Terrazzan, interruzione di un ufficio pubblico in quanto avrebbe cercato di impedire l’ispezione del Nas durante un blitz nello studio di Albignasego. Padre condannato ma figlia assolta (entrambi difesi dall’avvocato Gian Mario Balduin).

Nessuna responsabilità penale, invece, per Anastasia Noventa, 28 anni, accusata di favoreggiamento: la ragazza è stata ritenuta del tutto estranea alla vicenda.

Isabella Noventa, udienza preliminare: il fratello e l'ex marito della vittima Paolo Noventa e Piero Gasparini intervistati da Cristina Genesin prima dell'inizio dell'udienza preliminare per l'omicidio di Isabella Noventa. L'ex marito: "Delinquenti nel dna" LEGGI L'ARTICOLO

Il pm Benedetto Roberti, titolare dell’inchiesta, aveva citato a giudizio pure la sorella di Paolo, Isabella, che lavorava come impiegata: la sua posizione è stata stralciata. Posizione “fantasma” che finirà nel processo ordinario con il coimputato Luigi Filippi di Massanzago accusato di aver dato in comodato un appartamento a Noventa Padovana per allestire uno dei 4 studi dentistici (oltre a Noventa e Albignasego, a Casalserugo e Ponte S.Nicolò).

Il difensore Balduin ha preannunciato appello. Commenta Paolo Noventa: «Sapevo di aver commesso quel reato, mi assumo la responsabilità anche se la sanzione mi sembra esagerata. Sono contento per mia figlia, coinvolta senza motivo. Io delinquente abituale? Accetto, non posso fare altro».

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics