Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

E Recaldin trasloca in Toscana

Domani l’ex capo di Gabinetto assume lo stesso incarico a Cascina

Bitonci inizia a perdere pezzi. Da domani il suo braccio destro, Andrea Recaldin, ricoprirà in Toscana lo stesso ruolo che svolgeva fino ad un mese fa a Palazzo Moroni. Più precisamente, il trentacinquenne di Piove di Sacco sarà il capo di Gabinetto del Comune di Cascina, in provincia di Pisa. Una realtà di 45 mila abitanti, unica in tutta la regione, con la poltrona occupata da un sindaco del Carroccio. Poltrona conquistata a giugno dalla giovanissima Susanna Ceccardi, dopo decenni di c ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Bitonci inizia a perdere pezzi. Da domani il suo braccio destro, Andrea Recaldin, ricoprirà in Toscana lo stesso ruolo che svolgeva fino ad un mese fa a Palazzo Moroni. Più precisamente, il trentacinquenne di Piove di Sacco sarà il capo di Gabinetto del Comune di Cascina, in provincia di Pisa. Una realtà di 45 mila abitanti, unica in tutta la regione, con la poltrona occupata da un sindaco del Carroccio. Poltrona conquistata a giugno dalla giovanissima Susanna Ceccardi, dopo decenni di centrosinistra. La caduta della giunta Bitonci, avvenuta ormai più di un mese fa, ha avuto degli strascichi “occupazionali” non solo per lui e gli assessori, ma anche per i suoi uomini di fiducia che, avendo un contratto legato al mandato da sindaco, hanno perso il posto di lavoro. Andrea Recaldin, leghista doc, da quella notte è sempre stato incollato a Massimo Bitonci, seguendolo in tutti gli incontri pubblici che l'ex primo cittadino ha organizzato per lanciare la sua nuova campagna elettorale. Anche se non ha voluto rilasciare dichiarazioni, affidando un commento in cui giura fedeltà solo ai social («Recaldin non lascerà mai Massimo Bitonci» ha scritto), tutto lascia pensare che il suo impegno in campagna elettorale sarà ridotto solo a qualche week-end. Una scelta, quella di trasferirsi in Toscana 5 giorni su 7, che avrebbe avuto il beneplacito di Bitonci, e nello stesso tempo avrebbe fatto tirare qualche sospiro di sollievo ad alcuni compagni di partito che non vedono di buon occhio la presenza di Recaldin in squadra. Il leghista subentra al dimissionario Lorenzo Gasperini, nominato responsabile degli amministratori locali per i giovani padani, e avrà un rapporto di lavoro legato al mandato del sindaco Ceccardi che scadrà nel 2021. Non è escluso che a giugno, se Bitonci dovesse vincere le elezioni, Recaldin possa tornare a disposizione.

(l.p.)