Quotidiani locali

Al via il restauro dei due casoni storici

Il Comune di Piove di Sacco ha destinato 45.000 euro agli interventi in via Ramei e a Corte

PIOVE DI SACCO. Quarantacinque mila euro per il risanamento e la sistemazione dei tetti dei casoni storici di via Ramei e via Fiumicello. A tanto ammonta l'impegno finanziario che la Giunta destina al progetto esecutivo a tutela degli ultimi esemplari monumentali della civiltà contadina locale. Si tratta del Casone Rosso che si trova a Corte, lungo il Fiumicello e di quello di via Ramei, costruito dalla famiglia Zecchin all'inizio del Novecento che è stato abitato fino alla fine degli anni Ottanta prima di essere acquistato dal Comune che lo ha trasformato in un museo.

Gli interventi saranno realizzati con materiali opportuni utilizzando la medesima tecnica costruttiva e quindi con il massimo rispetto della storia di questi edifici. «Il problema della manutenzione» spiega l'assessore Simone Sartori «è rimasto senza risposta per troppo tempo. Con l'assessore Paola Ranzato in primavera abbiamo cercato un canale di finanziamento attraverso un bando statale». Per recuperare luoghi culturali dimenticati il Governo aveva messo a disposizione 150 milioni di euro e aveva sollecitato segnalazioni via mail. «Nonostante l'alta partecipazione all'iniziativa dei nostri cittadini» continua Sartori «non abbiamo purtroppo ottenuto il contributo sperato. L'elevato numero di mail inviate è stato però per noi un ulteriore segnale di quanto queste testimonianze architettoniche della nostra cultura, delle nostre tradizioni e della storia del territorio piovese siano nel cuore di molte persone. Abbiamo quindi deciso di finanziare l'intervento con nostre risorse». I casoni sono in gestione ad associazioni che si occupano delle

aperture al pubblico e all'animazione. «L'occasione è utile» conclude l'assessore «per ringraziare i volontari che gestiscono le strutture in convenzione con il Comune, per il loro impegno, la passione e la collaborazione. L'invito a tutti i piovesi è di visitarli».

Alessandro Cesarato

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista