Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Mostra sulla Grande Guerra

"Cent'anni son passati, chi erano quei giovani soldati?". La sagra, a Rio, si chiude oggi pomeriggio con un appuntamento dedicato alla memoria dei caduti della Grande Guerra, specialmente quelli...

"Cent'anni son passati, chi erano quei giovani soldati?". La sagra, a Rio, si chiude oggi pomeriggio con un appuntamento dedicato alla memoria dei caduti della Grande Guerra, specialmente quelli nativi della frazione, riportati su una lapide appesa in patronato. L'appuntamento, in programma dalle 16.30 nel circolo parrocchiale "Noi", è patrocinato dall'amministrazione comunale. Protagoniste saranno invece le penne nere del gruppo sannicolese dell'Associazione Nazionale Alpini. Durante i gior ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

"Cent'anni son passati, chi erano quei giovani soldati?". La sagra, a Rio, si chiude oggi pomeriggio con un appuntamento dedicato alla memoria dei caduti della Grande Guerra, specialmente quelli nativi della frazione, riportati su una lapide appesa in patronato. L'appuntamento, in programma dalle 16.30 nel circolo parrocchiale "Noi", è patrocinato dall'amministrazione comunale. Protagoniste saranno invece le penne nere del gruppo sannicolese dell'Associazione Nazionale Alpini. Durante i giorni della sagra, che ha visto anche l'avvicendamento tra il vecchio parroco don Giorgio Bonello e quello nuovo, don Paolo Bortolato, gli alpini hanno tenuto in patronato una mostra fotografica in 12 pannelli sulla prima guerra mondiale, oggi visitabile per l'ultimo giorno. «Da tempo, ormai», racconta il capogruppo Giuseppe Nicoletto, «insieme alla consigliera delegata alla Cultura Daniela Borgato stiamo ricostruendo le storie dei soldati di Ponte San Nicolò». Resta però un cruccio: «Non siamo ancora riusciti a rintracciare i discendenti dei caduti per sapere qualcosa di più di questi soldati. Le testimonianze rimaste nelle famiglie anche dopo generazioni sarebbero preziose per risollevare l'attenzione sul tema». Proprio per questo, l'Ana ha indetto il concorso "Un milite... non più ignoto" per riscoprirequalche pezzo di storia.

Andrea Canton