Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Sindaco insultato in diretta dai rapinati

PIACENZA D'ADIGE. In diretta nazionale si è sentito dare del «figlio di putt...» dai suoi concittadini e all'indomani dell'attacco televisivo ha deciso di prendere carta e penna e scrivere a Barbara...

PIACENZA D'ADIGE. In diretta nazionale si è sentito dare del «figlio di putt...» dai suoi concittadini e all'indomani dell'attacco televisivo ha deciso di prendere carta e penna e scrivere a Barbara D'Urso. Primo Magri è sindaco di Piacenza d'Adige e martedì pomeriggio è stato tirato in ballo suo malgrado a "Pomeriggio Cinque", trasmissione condotta dalla D'Urso su Canale Cinque. La puntata di martedì ha infatti ospitato un collegamento in diretta con Rosina Fracasso ed Ennio Libero Bendini ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

PIACENZA D'ADIGE. In diretta nazionale si è sentito dare del «figlio di putt...» dai suoi concittadini e all'indomani dell'attacco televisivo ha deciso di prendere carta e penna e scrivere a Barbara D'Urso. Primo Magri è sindaco di Piacenza d'Adige e martedì pomeriggio è stato tirato in ballo suo malgrado a "Pomeriggio Cinque", trasmissione condotta dalla D'Urso su Canale Cinque. La puntata di martedì ha infatti ospitato un collegamento in diretta con Rosina Fracasso ed Ennio Libero Bendini, i due anziani di Piacenza d'Adige rapinati e aggrediti in casa lo scorso 20 luglio, costretti a un mese d'ospedale e ora beffati dalla rapida scarcerazione di uno dei loro aggressori. La Fracasso, 86 anni, ha apostrofato il sindaco con un'offesa, accusandolo di non aver aiutato abbastanza la coppia di coniugi in quei giorni di calvario. «Non conosco il sindaco, ma sono dalla vostra parte», si è quindi espressa la D'Urso.

«Le scrivo per esprimere il mio profondo rammarico per le offese gratuite ricevute pubblicamente e a mio modesto avviso davvero immotivatamente» ha scritto Magri nella lettera alla conduttrice «Conosco bene i miei concittadini vittime di un crimine efferato quanto violento, e comprendo la loro rabbia e il loro dolore ma credo che scagliarsi contro il sottoscritto sia un gesto inopportuno ed immotivato. Mi sono attivato in ogni modo per fornire ogni tipo di assistenza. Mi duole constatare che i miei sforzi non solo non sono stati apprezzati ma addirittura sono stato offeso e perfino deriso per questo davanti a milioni di telespettatori. Ciò che mi ha fatto più male non sono state le parole della signora, bensì le risate e perfino gli applausi di persone che neppure mi conoscono ciò nonostante plaudivano alle sgradevoli parole pronunciate nei miei confronti». Il sindaco ha quindi chiesto alla D'Urso una replica in diretta. (n.c.)