Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Il Palio della solidarietà «Niente cena medievale»

L’evento sarà rimpiazzato da una serata il 17 settembre in piazza a Montagnana Servirà a raccogliere fondi per i Comuni di Lazio e Marche colpiti dal sisma

MONTAGNANA. Il Palio numero quaranta si appresta a vivere la settimana più importante nel segno della solidarietà. A quattro giorni dalla corsa, evento clou della manifestazione medievale, il consiglio direttivo del Palio dei 10 Comuni ha deciso all'unanimità di stravolgere parte del programma per lanciare un messaggio di vicinanza alle famiglie colpite dal terremoto di Marche e Lazio. «I dieci presidenti dei comitati comunali e tutti i membri dell'associazione Palio hanno deciso che la cena ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MONTAGNANA. Il Palio numero quaranta si appresta a vivere la settimana più importante nel segno della solidarietà. A quattro giorni dalla corsa, evento clou della manifestazione medievale, il consiglio direttivo del Palio dei 10 Comuni ha deciso all'unanimità di stravolgere parte del programma per lanciare un messaggio di vicinanza alle famiglie colpite dal terremoto di Marche e Lazio. «I dieci presidenti dei comitati comunali e tutti i membri dell'associazione Palio hanno deciso che la cena medievale di venerdì prossimo non sarà realizzata», spiega Fiorenzo Greggio, presidente dell'associazione. «L’evento sarà rimpiazzato da una serata, già fissata per il 17 settembre in piazza, in cui tutti gli attori coinvolti nella manifestazione si daranno da fare per raccogliere dei fondi da destinare ai Comuni colpiti dal sisma. Invitiamo già da ora tutto il popolo del Palio a partecipare, per garantire maggiori benefici in termini di aiuti economici a quanti si trovano in una situazione di così grave necessità e disperazione».

Se il programma della serata benefica deve ancora essere reso noto, ben dettagliato è il percorso che porterà alla grande corsa di domenica. Il concerto di musica medievale di sabato sera rappresenta la vera novità di questa edizione: nel vallo della Rocca degli Alberi (ingresso a 5 euro), alle 21, si esibiranno i Medieval Gypsies, banda di menestrelli che narra con musica, proiezioni 3D e teatralità avventure, verità e storie bizzarre del loro idealistico viaggio nel Medioevo. Domenica dalle 9 il centro storico cittadino ospiterà il mercato medievale e degli antichi mestieri, mentre dalle 14.30 si snoderà per il cuore della cittadina murata il corteo storico dei figuranti, che verranno giudicati anche quest'anno dall'apposita commissione di esperti. L'ingresso alla città, da quest'ora, costerà 2 euro. La corsa dei gonfaloni e dei cavalli nel vallo scatterà quindi alle 15.30 (biglietto a 8 e 5 euro in prato e 13 e 10 in tribuna, comprensivo anche della visione del corteo storico). Nel primo turno cercheranno di strappare un pass per la finale Mattia Chivassa (Merlara), Angelo Torosani (Montagnana), il vincitore dell'anno scorso Claudio Bandini (Megliadino San Fidenzio), Fabio Zancanella (Megliadino San Vitale) e Nicola Barison (Santa Margherita d'Adige). Nella seconda batteria toccherà a Iacopo Pancini (Urbana), Marcello Pinna (Saletto), Fabio Ferrero (Castelbaldo), Fulvio Canducci (Masi) e Tiziano Raffero (Casale di Scodosia). Manca all'appello uno dei protagonisti delle ultime edizioni, il fantino Alessandro Chiti, gioia e dolore di Casale di Scodosia. L'intensa domenica di Palio si concluderà alle 21 con l'incendio della Rocca, che solitamente si teneva il sabato sera: alle 21 partirà il corteo storico da piazza Vittoria Emanuele II e alle 22 nel vallo della Rocca degli Alberi verrà rievocata la notte di terrore di Ezzelino III da Romano. Il sito della manifestazione, www.palio10comuni.it, permette anche di prenotare i biglietti degli eventi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA