Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Dimesso solo l’anziano ferito dai banditi

Mentre l'identità di chi li ha pestati a sangue e derubati resta ignota, non si è ancora chiusa la triste vicenda di Libero Ennio Bendini (nella foto) e di Rosina Fracasso. I due anziani, 87 e 86...

Mentre l'identità di chi li ha pestati a sangue e derubati resta ignota, non si è ancora chiusa la triste vicenda di Libero Ennio Bendini (nella foto) e di Rosina Fracasso. I due anziani, 87 e 86 anni, sono stati rapinati mercoledì notte nella loro abitazione di via San Felice, a Piacenza d'Adige. I ladri avevano usato nei loro confronti anche della violenza, tanto da richiedere il ricovero in ospedale di entrambi. Bendini è stato dimesso nel weekend dall'Osservazione breve intensiva dell'os ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Mentre l'identità di chi li ha pestati a sangue e derubati resta ignota, non si è ancora chiusa la triste vicenda di Libero Ennio Bendini (nella foto) e di Rosina Fracasso. I due anziani, 87 e 86 anni, sono stati rapinati mercoledì notte nella loro abitazione di via San Felice, a Piacenza d'Adige. I ladri avevano usato nei loro confronti anche della violenza, tanto da richiedere il ricovero in ospedale di entrambi. Bendini è stato dimesso nel weekend dall'Osservazione breve intensiva dell'ospedale di Schiavonia, in cui è rimasto per oltre tre giorni. Ne dà notizia Primo Magri, sindaco di Piacenza d'Adige: «Ho chiesto di essere messo al corrente della situazione della coppia, anche in vista di eventuali aiuti che il Comune e i nostri servizi sociali possono dare. Bendini è stato dimesso venerdì pomeriggio, come mi hanno informato i medici, mentre non ho ancora ricevuto notizie sulle dimissioni della moglie». La donna, che pur non rischia la vita, è stata da subito ricoverata in Terapia subintensiva neurologica, sempre all'interno dell'ospedale monselicense. (n.c.)