Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Cestini stradali pieni, M5S attacca Pedron

MESTRINO. I cestini stradali pieni di immondizie hanno dato il "la" agli esponenti del Movimento 5 Stelle di Mestrino per tornare su un tema a loro caro: la raccolta dei rifiuti da parte di Etra. Il...

MESTRINO. I cestini stradali pieni di immondizie hanno dato il "la" agli esponenti del Movimento 5 Stelle di Mestrino per tornare su un tema a loro caro: la raccolta dei rifiuti da parte di Etra. Il M5S ha sempre contestato all'amministrazione comunale di aver affidato il servizio alla multiutility per vent’anni senza cercare ditte più convenienti e senza abbassare la tariffa dopo la riduzione dei passaggi di raccolta del secco. A rinfocolare la questione sono stati alcuni cestini stradali ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MESTRINO. I cestini stradali pieni di immondizie hanno dato il "la" agli esponenti del Movimento 5 Stelle di Mestrino per tornare su un tema a loro caro: la raccolta dei rifiuti da parte di Etra. Il M5S ha sempre contestato all'amministrazione comunale di aver affidato il servizio alla multiutility per vent’anni senza cercare ditte più convenienti e senza abbassare la tariffa dopo la riduzione dei passaggi di raccolta del secco. A rinfocolare la questione sono stati alcuni cestini stradali ricolmi, fotografati e postati su Facebook da alcuni cittadini. Uno di questi addirittura, dopo essere stato svuotato, è stato pure rimosso, in quanto sotto le finestre di una casa.

«L'amministrazione ha affidato a Etra per vent'anni il servizio», dichiara il consigliere comunale pentastellato Flavio Pinton, «senza alcuna verifica di mercato. L'anno scorso ha accettato poi la proposta di Etra di abbassare i passaggi della raccolta del secco da 52 a 14 medi annui. Con queste riduzioni, ogni casa e ogni condomino diventano piccole discariche che accumulano rifiuti».

Non si è fatta attendere la replica del primo cittadino. «A parte che lo svuotamento dei 290 cestini stradali non dipende da Etra, ma dal personale comunale, che ha anche altri compiti e non può passare ogni giorno», sottolinea Marco Valerio Pedron, «la questione dell'affidamento scadrà per tutti nel 2017, quanto entreranno in attività gli Ato, gli ambiti gestiti dalla Regione, che decideranno le tariffe di ogni Comune. In ogni caso Etra, in quanto azienda pubblica, ci mette al riparo da cattive esperienze con ditte private, che da un giorno all'altro potrebbero fallire, lasciandoci invasi dalle immondizie. Il servizio ha un costo concorrenziale e funziona». (cri.s.)