Quotidiani locali

Il prof che insegna con lo smartphone

Alfonso D’Ambrosio insegna matematica e fisica in un istituto superiore di Monselice. Didattica digitale. Vuol dire che utilizza qualsiasi forma di tecnologia per spiegare, incuriosire, coinvolgere i...

Alfonso D’Ambrosio insegna matematica e fisica in un istituto superiore di Monselice. Didattica digitale. Vuol dire che utilizza qualsiasi forma di tecnologia per spiegare, incuriosire, coinvolgere i suoi alunni. Per dire, ha insegnato loro a misurare la radioattività e i raggi cosmici utilizzando le fotocamere degli smartphone. D’Ambrosio è cofondatore del progetto Byoeg (“A scuola con i videogiochi”), utilizza metodologie didattiche assai più vicine alla ricerca che al classico insegnamento. Astrofilo per passione, appassionato di robotica e di videogiochi educativi, che spesso fa ideare e realizzare dai suoi studenti, in classe. Appassionato anche di mondi virtuali. «Perché ti consentono di volare, di andare oltre, di immaginare,

come fa mia figlia di tre anni» spiega D’Ambrosio, che di anni ne ha 38 . «Mi piace costruire strumenti sulla base di bisogni concreti». Per poi ammettere: «All’inizio ho anche provato a fare il classico prof, ma poi mi sono chiesto: è questa la scuola che vorrei? La risposta è stata no».

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SPEDIZIONI FREE

Stampare un libro, ecco come risparmiare