Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Casolare devastato da cinque vandali

Hanno bruciato materassi e infissi, danneggiato vecchi attrezzi e mobili tanto per fare qualcosa: saranno denunciati

MEGLIADINO SAN FIDENZIO. Un "picnic" alcolico, vandalico e oltraggioso. È quanto è stato messo in atto in questi giorni di festa da cinque giovanissimi del Montagnanese, che si sono letteralmente impossessati di un vecchio casolare di campagna trasformandolo incivilmente in una vera e propria casa degli sfoghi. La festa, fatta di danneggiamenti e piccoli incendi, è stata interrotta solo dalla proprietaria del rustico, che ha chiamato i carabinieri e che ora probabilmente provvederà a denunci ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MEGLIADINO SAN FIDENZIO. Un "picnic" alcolico, vandalico e oltraggioso. È quanto è stato messo in atto in questi giorni di festa da cinque giovanissimi del Montagnanese, che si sono letteralmente impossessati di un vecchio casolare di campagna trasformandolo incivilmente in una vera e propria casa degli sfoghi. La festa, fatta di danneggiamenti e piccoli incendi, è stata interrotta solo dalla proprietaria del rustico, che ha chiamato i carabinieri e che ora probabilmente provvederà a denunciare i cinque ragazzi.

Solo l'arrivo della titolare del casolare - che ha pescato i cinque peraltro piuttosto ubriachi - ha scongiurato che tutti e tre diventassero cenere: il più piccolo è stato infatti salvato dalle fiamme. «Mi ha ferita la caparbietà e la cattiveria con la quale hanno meticolosamente distrutto ogni cosa», è l'amaro commento della donna, che già nel 2014 aveva dovuto subire un incendio doloso che aveva distrutto buona parte del casolare e vanificato i lavori di restauro messi in atto dai volontari che gestivano la struttura per i centri estivi.

Venerdì sul posto sono arrivati i carabinieri di Santa Margherita d'Adige, che tuttavia non hanno potuto avviare alcuna denuncia d'ufficio. Sarà la proprietaria dell'immobile, nei prossimi giorni, a denunciare il quintetto.

©RIPRODUZIONE RISERVATA