Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Restauro delle masegne sotto i portici

Partiti i lavori nel centro storico di Montagnana. Arriverà anche l’illuminazione a led

MONTAGNANA. Sono partiti ufficialmente lunedì i lavori di restauro conservativo delle pavimentazioni in trachite euganea dei sottoportici del centro storico di Montagnana. Lavori, questi, che interesseranno le vie Marconi, Roma, Andronalecca e i lati nord-est e nord-ovest di Piazza Vittorio Emanuele II. Al restauro sarà affiancata anche la realizzazione di una nuova illuminazione a led in sostituzione di quella esistente lungo le vie porticate. Il progetto richiede una spesa di 500 mila eur ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MONTAGNANA. Sono partiti ufficialmente lunedì i lavori di restauro conservativo delle pavimentazioni in trachite euganea dei sottoportici del centro storico di Montagnana. Lavori, questi, che interesseranno le vie Marconi, Roma, Andronalecca e i lati nord-est e nord-ovest di Piazza Vittorio Emanuele II. Al restauro sarà affiancata anche la realizzazione di una nuova illuminazione a led in sostituzione di quella esistente lungo le vie porticate. Il progetto richiede una spesa di 500 mila euro, coperta quasi interamente dalla Regione Veneto che ha investito 395 mila euro. Il restauro della pavimentazione in trachite vedrà la rimozione solo delle parti ammalorate: il materiale da sostituire verrà reperito in loco, in modo da garantire continuità sia di forma che di estetica. Per questo, ogni masegno rimosso sarà numerato e catalogato, e ricollocato poi con la tecnica delle pietre "a giunto unito a secco" su un letto di posa a base di calce e sabbia. Il cantiere, inevitabilmente, comporterà qualche limitazione alla circolazione e disagi ai cittadini.

Commenta il sindaco Loredana Borghesan: «L'intervento finale ci consentirà di restituire alla cittadinanza un piano calpestabile sicuro, il più possibile orizzontale e utilizzabile da parte dei diversamente abili». I lavori riprendono quelli già effettuati in altre parti del centro storico ormai un anno e mezzo fa: «Mi fa piacere che la Regione abbia riconosciuto l'importanza del restauro conservativo dei sottoportici e del nuovo sistema d’illuminazione a led. Questi interventi sono indispensabili per creare quel senso di accoglienza e di sicurezza che sono condizioni preliminari per lo sviluppo turistico e commerciale della nostra città», chiude il sindaco.

Nicola Cesaro