Quotidiani locali

IL FUNERALE

L'addio all'avvocato Costa con la canzone "Signore delle cime"

Il santuario di Sant'Antonino gremito e il coro Tre Pini intona lo struggente brano

PADOVA. Santuario di Sant'Antonino strapieno, sabato mattina, all'Arcella, per dare l'ultimo addio ad Umberto Costa, deceduto, a 77 anni, dopo una lunga malattia. La bara dell'ex legale dell'Avvocatura Civica negli anni dei sindaci Ettore Bentsik, Settimo Gottardo e Paolo Giaretta è arrivata sul sagrato alle 11, sormontata da una valanga di orchidee, gladioli e margherite.

Tra i presenti tantissimi avvocati, tra cui Alberto Cartia, Vittorio Domenichelli, Carlo Bonino, Massimo Peron, Giorgio Fornasiero, Mario Liccardo, Paolo Parpajola, Casalini, Manera e Bastianello ed ex colleghi di palazzo Moroni, tra i quali Bruno Mezzalira, Giuseppe Maffei, Luciano Fascina, Franco Zulian, Marzio Pilotto. A rendere onore al feretro anche gli architetti Guido Visentin e Renzo Gonzato, Massimo Ometto, Claudio, Barbara ed Umberto Socol.

Corone di fiori sono state inviate anche dal "Ristorante Agli Eremitani" dalla" Famiglia dei Bellunesi" e dagli avvocati, allievi dello studio Costa, Luca Sciro e Marco Mazzoni Nicoletti. La santa messa è stata officiata da padre Giusepe Cantù. "Porteremo sempre con noi il ricordo dell'insigne giurista che era. La figura che ognuno di noi aspirerebbe ad essere. Ci mancherà la genialità delle sue intenzioni". Questo il cuore dell'intervento scritto dai giovani avvocati dello studio di via Rezzonico e letto alla fine della cerimonia funebre. Struggenti i momenti

in cui il Coro La Valle ha intonato la meravigliosa canzone "Signora delle cime", di Bepi De Marzi, un addio struggente e poetico, ed il pianista Oliviero Del Zordo ha suonato una melodia dedicata all'avvocato deceduto, che, nel Dna, aveva la passione del diritto e l'amore verso la montagna.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVO SERVIZIO

Promuovi il tuo libro su Facebook