Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Autobus, capolinea ballerino a Vigodarzere

Comune e azienda di trasporti trattano per aumentare i collegamenti necessari agli studenti

VIGODARZERE. Scoperto l’arcano: martedì mattina l’autobus 19 diretto alla stazione di Padova era partito persino in orario, ma da Vigodarzere, non da Saletto, da dove invece avrebbe dovuto iniziare la sua corsa. E ha lasciato quindi appiedati i passeggeri, per lo più studenti, che lo aspettavano alle fermate precedenti. I ragazzi hanno accumulato pertanto un ritardo tale per cui, pur essendo partiti alle 7 da casa, sono giunti a scuola in città poco prima delle 9. Un po’ meglio solo chi ha ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

VIGODARZERE. Scoperto l’arcano: martedì mattina l’autobus 19 diretto alla stazione di Padova era partito persino in orario, ma da Vigodarzere, non da Saletto, da dove invece avrebbe dovuto iniziare la sua corsa. E ha lasciato quindi appiedati i passeggeri, per lo più studenti, che lo aspettavano alle fermate precedenti. I ragazzi hanno accumulato pertanto un ritardo tale per cui, pur essendo partiti alle 7 da casa, sono giunti a scuola in città poco prima delle 9. Un po’ meglio solo chi ha trovato un passaggio in auto fino al capolinea del tram a Pontevigodarzere. «Ho inoltrato a BusItalia le diverse segnalazioni giunte dai genitori degli studenti rimasti a piedi» racconta il vicesindaco Moreno Boschello «l’azienda mi ha risposto che è stato un errore dell’autista, che ha sbagliato capolinea di partenza. BusItalia si scusa dei disagi provocati e ha dato disposizione agli autisti di fare attenzione, affinché non accada di nuovo». Con l’occasione, Boschello è tornato a chiedere all’azienda di trasporti di prendere in considerazione la modifica degli orari proposta dai cittadini per il rientro a Vigodarzere, in partenza dal capolinea nord nella fascia oraria tra le 12.30 e le 14.30, durante la quale i ragazzi rientrano da scuola scendendo dal tram, ma trovano il 19 già pieno di passeggeri e devono attendere la corsa successiva che parte mezz’ora dopo. Il sabato è ancora peggio, perché le corse sono ulteriormente diluite. Un problema che purtroppo affligge tanto i residenti di Vigodarzere che utilizzano il 19, che i “vicini” di Cadoneghe, che devono attendere il 4. «Il servizio del 19 è svolto da due autobus e da due autisti» prosegue Boschello «e il tempo tra una corsa e un altra è dovuto al tempo del percorso. Poiché diverse corse vanno a Tavo (come quella delle 13.50) tra le 13.50 e le 14.20, con due soli autisti, non c’è la possibilità di svolgere una corsa intermedia. Ho chiesto a BusItalia di svolgere delle verifiche e di verificare la possibilità di aggiungere un terzo autista o di fermare le corse a Vigodarzere per avere dei tragitti più brevi. Aspettando le risposte da BusItalia, attendo anche suggerimenti dai cittadini». (cri.s.)