Quotidiani locali

Ribelle, segreta o chic: tutte le guide

Fioccano le proposte per i visitatori della laguna allergici al turismo di massa

Sono trascorsi 18 anni dalla prima edizione della rivoluzionaria guida di Venezia curata da Guido Fuga e Lele Vianello, “Corto sconto. Itinerari fantastici e nascosti di Corto Maltese a Venezia”. Ispirata dai lavori e dalla fantasia di Hugo Pratt indicò una nuova strada agli editori desiderosi di conquistare lettori in fuga dalla grande massa dei turisti. Da allora si sono susseguite molte pubblicazioni ma il 2015 si è rivelato particolarmente ricco di titoli dedicati a Venezia.

Spicca, per originalità del taglio grafico e anche della scelta redazionale, la Venice della collana Louis Vuitton City Guide. Fino al 2014 reperibili solo nelle boutique del marchio, ora sono anche nelle librerie. Leit motiv, la riscoperta del rapporto tra i veneziani e la barca. Ad accompagnare per mano il lettore è stato invitato Alberto Sonnino, fondatore e amministatore delegato del Parco della Certosa. Ampio spazio è dedicata allo shopping e alla cura del corpo ma è ricchissima anche la sezione per descrivere le varie soluzioni che la città offre per mangiare, bere e dormire, con precise e provvidenziali indicazioni sui prezzi di quasi tutto. Utilissime le sezioni dedicate ai libri e ai quotidiani («Nuova Venezia» in primis) da leggere per orientarsi meglio in città.

Per originalità di percorsi merita attenzione il volume pubblicato dalla romana Voland, Guida alla Venezia ribelle, dove trova uno spazio di approfondimento l’altrimenti negletta terraferma veneziana. Divisa convenzionalmente per sestieri e municipalità, approfondisce soprattutto vicende recenti di antagonismo e di lotte (sempre viste da sinistra). Troviamo consigli sempre “ribelli” di lettura, cinematografia o musica per riscoprire una città che lascia spazio all’ottimismo, come nella descrizione della riapertura del Cinema Rossini, «operazione in controtendenza rispetto all’immagine di una Venezia che langue, deperisce e si svuota». È firmata da Beatrice Barzaghi e Maria Fiano.

È uscita in una nuova collana l’ormai classica Guida insolita ai misteri, ai segreti, alle leggende e alle curiosità di Venezia. Gli autori sono Marcello Brusegan, Maurizio Vittoria e Alessandro Scarsella. La particolarità è la semplice elencazione delle attrattive veneziane divise per ordine alfabetico. Sarà divertente quindi spigolare in successione per cercare notizie prima sulla teriaca, il farmaco “miracoloso” composto da 62 ingredienti e presente in tutte le case veneziane, per poi imbattersi nell’immensa triade Tiepolo-Tintoretto-Tiziano. In appendice, l’almanacco storico di Venezia in pillole e la cronologia dei dogi.

Ancora, il volume dedicato a Venezia della collana Insolita e segreta (sottotitolo «Le guide scritte dagli abitanti») creata dall’editore francese Thomas Jonglez, che firma questa tappa in laguna assieme a Paola Zoffoli. La Venezia insolita e segreta è una cornucopia di curiosità e particolari che tendiamo a calpestare (letteralmente) o a ignorare quando ce li troviamo di fronte sui muri o nelle chiese. Una guida che ntra fin nei giardini privati, e offre gli strumenti per provare ad aprirne le porte.

Intuizioni spesso sovrapponibili, anche se documentate con fotografie più eloquenti, sono i 111 luoghi di Venezia che devi proprio scoprire, ultimo nato di una collana di successo dell’editore Emons. In laguna si è prodigato nella ricerca di luoghi di charme Gerd Wolfgang Sievers, esperto di cucina e gastronomia, veneziano di adozione. L'editore di Casier Elzeviro ha stampato Venezia come piace a me dell’artista France Thierard, «una guida per perders» illustrata dagli acquerelli di Aurore de la Morinerie, legge la città al femminile attraverso quattro ideali di viaggiatrici: la Sognatrice, l'Avventurosa, l'Erudita e l'Elegante.

Infine, volume pubblicato dall’editore Mattioli 1885 nella collana Viaggi nella storia I forti di Venezia. I luoghi del sistema difensivo veneziano a cura di Mauro Scroccaro, storico veneziano da anni impegnato nella ricerca e nel recupero

di queste strutture. Racconta gli oltre cento manufatti distribuiti tra laguna, litorali e terraferma suggerendo itinerari articolati in relazione alla possibilità di fruizione di luoghi tanto nascosti quanto affascinanti e carichi di storie spesso ancora pulsanti.

* libraia

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVI SERVIZI EDITORIALI

Una redazione a disposizione degli autori