Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Tombini intasati dagli aghi dei pini

Ciclabile di corso Terme pericolosa e inutilizzabile, sos al comune di Montegrotto

MONTEGROTTO TERME. Ci mancavano gli aghi dei pini marittimi caduti con l’acquazzone di mercoledì sera a rendere pericolosa la pista ciclabile di corso Terme, oltre a ostruire le caditoie ai bordi della carreggiata della rete di scarico. In una Montegrotto che si sta lentamente riprendendo dal degrado (finalmente tagliata l’erba dei parchi, potati gli arbusti delle aiuole) la pulizia degli aghi dei pino è un nuovo problema. In alcune attività commerciali vicine alla zona di piazza Mercato pe ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MONTEGROTTO TERME. Ci mancavano gli aghi dei pini marittimi caduti con l’acquazzone di mercoledì sera a rendere pericolosa la pista ciclabile di corso Terme, oltre a ostruire le caditoie ai bordi della carreggiata della rete di scarico. In una Montegrotto che si sta lentamente riprendendo dal degrado (finalmente tagliata l’erba dei parchi, potati gli arbusti delle aiuole) la pulizia degli aghi dei pino è un nuovo problema. In alcune attività commerciali vicine alla zona di piazza Mercato per poco mercoledì notte non è entrata l’acqua che arrivava dalla strada. «Non posso usare la ciclabile perché lo strato di aghi la rende pericolosa», lamenta un anziano ciclista. Un piccolo aiuto al Comune l’ha dato ieri il vento che li ha ammassati a ridosso della cordonata del marciapiede. «Serve un intervento con la spazzatrice prima che arrivi un altro acquazzone», dicono gli esercenti, temendo che qualche ospite possa cadere e farsi male. La poca cura del verde è stata evidenziata nei giorni scorsi in un incontro con il segretario generale Paola Peraro, che rappresentava il commissario prefettizio, dalla responsabile Ascom Lorena Durello, da Giulia Zanettin, presidente del consorzio Acquaehotels è da Emanuele Boaretto dell’Assoalbergatori. Ai rappresentati delle categorie economiche il Comune ha promesso che farà il possibile per migliorare la situazione e qualcosa si sta facendo. Intanto un gruppo di cittadini di Montegrotto chiede elezioni anticipate. «Il notevole impegno del commissario prefettizio Aldo Luciano non basta», si legge nella nota. «Montegrotto Terme sta incontrando difficoltà nell’indotto alberghiero, così come in quello del commercio; una gestione ordinaria del Comune non può bastare per una città che del turismo fa la sua grande peculiarità». Secondo questi residenti aspettare il 2016 per avere un sindaco e una giunta sarebbe un grosso errore. «È di assoluta urgenza incrementare i servizi, riqualificare l’ambiente e valorizzare la peculiarità della nostra acqua termale per dare impulso al turismo e migliorare l’economia del termalismo e di tutto l’indotto», spiegano nella missiva.

Gianni Biasetto