Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Bitonci: «Caserma dei vigili in stazione»

Dopo la denuncia del nostro giornale, la decisione del sindaco sembra orientata a trasformare il Punto Snai. Il sondaggio

«Che ne pensate se apriamo una sede di polizia urbana con 30 agenti di fronte alla stazione di Padova?».

Il sondaggio per coinvolgere i cittadini nelle decisioni dell’amministrazione lo ha lanciato ieri il sindaco Massimo Bitonci attraverso la sua pagina Facebook, subito dopo le polemiche dell’ultimo week-end. Polemiche nate dal malcontento di alcuni commercianti che lavorano in zona stazione raccolto dal nostro giornale, che ha provocato ilo disappunto iniziale del sindaco e poi sopratutto a ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

«Che ne pensate se apriamo una sede di polizia urbana con 30 agenti di fronte alla stazione di Padova?».

Il sondaggio per coinvolgere i cittadini nelle decisioni dell’amministrazione lo ha lanciato ieri il sindaco Massimo Bitonci attraverso la sua pagina Facebook, subito dopo le polemiche dell’ultimo week-end. Polemiche nate dal malcontento di alcuni commercianti che lavorano in zona stazione raccolto dal nostro giornale, che ha provocato ilo disappunto iniziale del sindaco e poi sopratutto ad un tempestivo ed efficace sopralluogo.

Al sondaggio di Bitonci hanno immediatamente risposto più di un centinaio di persone già dopo un’ora dalla pubblicazione, e la maggioranza si è dichiarata d’accordo con l’idea di presidiare la stazione con le pattuglie degli agenti. Abbiamo lanciato anche noi un sondaggio sul nostro sito www.mattinopadova.it.

Sopralluogo e ipotesi.

Punto Snai? Dopo il sopralluogo di lunedì, a cui hanno partecipato anche i due assessori Maurizio Saia (sicurezza) e Stefano Grigoletto (mobilità), oltre al comandante della polizia locale Antonio Paolocci, il sindaco aveva annunciato l’intenzione di voler dar vita ad un presidio, facendo nascere una sorta di ‘succursale’ del comando di polizia locale nella zona stazione, con una trentina di uomini e mezzi. Attualmente, come ha ammesso lo stesso Bitonci, non c’è un progetto preciso perché bisogna strutturare l’idea e trovare gli spazi per poterla realizzare. Un’ipotesi potrebbe essere quella della sala scommesse ‘Punto Snai’ che, sotto sfratto, libererà i locali del boulevard entro 40 giorni. Il direttore dell’attività infatti è Marco Schiesaro, candidato alle ultime elezioni nella lista ‘Popolari per Padova - con Menorello’, che al primo turno ha appoggiato Saia.

Arrivano i primi 8 agenti.

Intanto dal 1 aprile la polizia locale avrà tra le proprie file i primi 8 nuovi agenti assunti grazie alla mobilità. Dei nuovi due arrivano da Venezia, altri due da Camposampiero, uno da Piove di Sacco, uno da Legnaro, un altro da Grisignano di Zocco, mentre l’ultimo approda dalla polizia provinciale di Padova. Andranno a ricoprire incarichi operativi sul campo all’interno della cosiddetta Sis (Squadra interventi speciali). Ieri è stata pubblicata online la determina che ufficializza il loro arrivo dal mese prossimo, ma le otto assunzioni rientrano nel piano dell’amministrazione che prevede l’ingresso graduale di 20 agenti entro il 2015. Gli altri dodici dovrebbero essere assunti entro la prima settimana di maggio, e andranno a completare anche il quadro della polizia stradale.

Disoccupati.

La giunta ha dato l’ok per un progetto che vedrà protagonisti dieci disoccupati, che per tre mesi collaboreranno con la polizia locale. Grazie al progetto ‘Integrazione attraverso il lavoro’, avranno la possibilità di lavorare a contatto con gli agenti, occupandosi di nomadismo dei rifiuti, di lotta ai graffitomani e di segnalare la presenza di venditori abusivi. Guadagneranno 500 euro al mese; il progetto ne durerà tre (50 ore per 3 mesi).(l.p.)