Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Arrestati i ladri di caffè e arachidi

Cittadella, quattro furti al Lidl di Borgo Vicenza. Processati e rimessi in libertà

CITTADELLA. I carabinieri inseguono e mettono nel sacco la banda dei ladri di caffè e arachidi. I militari di Cittadella, coordinati dal maresciallo Giommaria Fiori, hanno arrestato per furto in concorso Dumitru Muia, 24 anni, e Adrian Ionut Vilsan, 22, entrambi rumeni. Il connazionale 23enne G.D.S. è stato invece denunciato. Negli ultimi due mesi i tre malviventi avevano piazzato quattro colpi ai danni del supermercato Lidl in Borgo Vicenza, lungo la tangenziale ovest di Cittadella. Una mo ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CITTADELLA. I carabinieri inseguono e mettono nel sacco la banda dei ladri di caffè e arachidi. I militari di Cittadella, coordinati dal maresciallo Giommaria Fiori, hanno arrestato per furto in concorso Dumitru Muia, 24 anni, e Adrian Ionut Vilsan, 22, entrambi rumeni. Il connazionale 23enne G.D.S. è stato invece denunciato. Negli ultimi due mesi i tre malviventi avevano piazzato quattro colpi ai danni del supermercato Lidl in Borgo Vicenza, lungo la tangenziale ovest di Cittadella. Una modalità di azione consolidata: arrivavano con una Volto SW, uno della squadra restava in auto, uno all’entrata del supermercato per aprire la porta scorrevole, altri due entravano per fare la spesa gratis, aggirando le casse e dandosela velocemente a gambe. Il bottino era sempre a base di caffè Lavazza e arachidi. Il blitz dei ladri è scattato l’ultima volta lunedì, tra le 12.30 e le 13; un orario che ha una sua ragione ben precisa: in quel momento c’è una sola cassa aperta e la clientela è scarsa, tutti sono in pausa pranzo. Ma questa volta, a tenerli d’occhio, c’erano i militari, che li hanno colti in flagrante, mentre uscivano con borsoni pieni di 460 euro di alimenti che, con ogni probabilità, sarebbero poi andati a piazzare ad un loro giro di amici. I ladri hanno cercato di fuggire, andando verso la Sr 47 Valsugana e scavalcando la recinzione che porta sulla tangenziale, ma sono stati inseguiti e bloccati dalle forze dell’ordine. Alla fine, due di loro sono stati arrestati – Muia e Vilsan – mentre il 23enne si è beccato una denuncia. Solo l’autista è riuscito a far perdere le proprie tracce.

Ieri i due arrestati hanno optato per il patteggiamento: Muia è stato condannato ad un anno e due mesi di reclusione, Vilsan a otto mesi; sono stati quindi rimessi in libertà. I ladri erano già stati fermati per furti a San Martino di Lupari e Bolzano Vicentino. (s.b.)