Menu

Bomba d’acqua nella Bassa: strade allagate a Este e Montagnana

Pochi minuti di pioggia intensa e anche grandine per un temporale nella Bassa: allagate alcune strade, diversi interventi dei Vigili del Fuoco

MONTAGNANA. Strade impraticabili, scantinati allagati, case isolate, crollo delle temperature e pure qualche chicco di grandine: l’ultima domenica di aprile regala alla Bassa Padovana un pomeriggio di passione climatica. Dalle 13 in poi dall’Estense al Montagnanese un violento acquazzone, una sorta di bomba d’acqua, ha creato non pochi disagi per l’allagamento di abitazioni e strade, richiedendo l’intervento di vigili del fuoco e volontari della Protezione civile.

L’area più colpita è certamente quella di Montagnana, con intere zone sommerse dall’acqua e alcune strade chiuse: l’amministrazione comunale, in particolare, ha dovuto vietare il transito in via Pallonga e rendere a senso unico via Larzo Zorzi. Con 40 centimetri d’acqua, attraversare questi tratti era pressoché impossibile. Sono numerose le auto rimaste bloccate inoltre in via Adua, via Berga e via Luppia Alberi: «Qui numerosi scantinati e cantine sono stati sommersi dall’acqua» conferma il sindaco Loredana Borghesan, intervenuta sul posto per toccare con mano i disagi patiti dai cittadini.

«Siamo dovuti intervenire anche a sostegno di una famiglia rimasta completamente isolata, in una laterale di via Largo Zorzi. A rassicurare i residenti ci hanno pensato i nostri volontari di Protezione civile». Qualche problema si è registrato anche tra Saletto ed Ospedaletto Euganeo (in particolare in via Pietro Nenni), anche se l’altra vera situazione critica della Bassa è stata quella di Este. Il maltempo ha rovinato la “domenica ecologica” e richiesto l’intervento della Protezione civile: «I vigili erano impegnati in altre emergenze e dunque abbiamo gestito in autonomia le varie criticità della città» spiega il sindaco Giancarlo Piva, che per l’occasione ha chiesto l’intervento anche dell’ufficio tecnico comunale «Ci sono stati segnalati numerosi interrati finiti in ammollo su via Scarabello, via Vicenza, via Tito Annio e via Peagnola». Ma anche in via Deserto (un solo caso), in piazzale Ca’ Pesaro, via Bovolare, via Chisogno e via Belle. In quest’ultimo quartiere sono arrivati pure i tecnici dell’Enel per ripristinare le linee elettriche saltate col maltempo. Il Comune ha inoltre limitato la circolazione su alcune strade, rese impraticabili dall’acqua, in zona Pra’, su via Guola Larga e via Sperone. Nel pieno del temporale ci sono stati inoltre problemi di deflusso dell’acqua in castello, via Martiri della Libertà e viale Fiume.

Tra Baone ed Este per qualche minuto è caduto anche qualche chicco di grandine, fortunatamente senza fare particolari danni. L’ondata

di pioggia e vento ha comportato anche un calo termico: la massima di 19 gradi registrata alle 11.30 (dalla centralina meteo di Siro Morello a Bresega) è scesa vertiginosamente ai 13 gradi del pomeriggio, 11 gradi in meno rispetto al pomeriggio precedente.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro