Menu

Megliadino all’asciutto dopo il “Click-day”

MEGLIADINO SAN VITALE. Tra i Comuni beffati dalla gara telematica dei “6000 campanili” c’è anche il municipio dell’onorevole democratico Giulia Narduolo. Il progetto, finanziato dal Ministero delle...

MEGLIADINO SAN VITALE. Tra i Comuni beffati dalla gara telematica dei “6000 campanili” c’è anche il municipio dell’onorevole democratico Giulia Narduolo. Il progetto, finanziato dal Ministero delle Infrastrutture, stanziava 100 milioni di euro per i primi Comuni che, lo scorso 24 ottobre, dalle 9 avessero inviato per via telematica tutta la documentazione necessaria a partecipare al bando. In una vera e propria gara di velocità, per la nostra provincia gli unici progetti finanziati sono stati quelli di Barbona e Sant’Elena. Gli altri, di fatto, sono stati battuti sul tempo. Ora la Narduolo rivela: «Quando è stata pubblicata la graduatoria dei progetti finanziati mi sono recata al ministero perché avevo chiesto un appuntamento al capo segreteria del ministro Lupi, per avere chiarimenti. Il nostro Comune, a differenza di altri, non ha ricevuto riscontri sulla ricezione del progetto». Continua la deputata: «Ho potuto così consultare l’intera graduatoria e scoprire che Megliadino e Merlara risultano essere rispettivamente in posizione 722 e 742, per avere inviato i progetti il primo alle alle 9.01 e il secondo alle 9.02 e una manciata di secondi. Quindi non potranno essere finanziati». Commenta la Narduolo: «Dispiace avere perso una buona occasione, tuttavia l’intenzione espressa dal ministro è di rifinanziare il fondo così da soddisfare le tantissime richieste di finanziamento». La democratica risponde inoltre al sindaco di Carceri, che aveva criticato il metodo utilizzato per scegliere i Comuni da finanziare: «Forse il sindaco si dimentica di come anche la Regione Veneto, amministrata dai suoi colleghi di partito, abbia fatto ricorso a un metodo simile per aggiudicare finanziamenti. E i Comuni dovevano inviare i progetti non via mail, ma via

fax, e anche lì vigeva il principio di “chi prima arriva meglio alloggia”. Posso comprendere le critiche, ma devo dire che lo preferisco di gran lunga ad un altro metodo troppo spesso usato anche nella nostra regione, ovvero “finanzio quel Comune perché è del mio colore politico».(n.c.)

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro