Menu

L’artigianato tiene «Da Albignasego segnali di speranza»

Il bilancio del presidente del mandamento Upa Solo nel comparto dell’edilizia prospettive non incoraggianti

ALBIGNASEGO. Le piccole imprese artigiane hanno retto tutto sommato bene lo scorso anno, per lo meno quelle che fanno parte del mandamento Upa di Albignasego, che comprende anche i Comuni di Casalserugo, Due Carrare e Maserà. Poche le ditte che hanno chiuso e i dati non si discostano più di tanto da quelli del 2012.

«È un segnale incoraggiante e di speranza», lo definisce il presidente Andrea Turetta. «Se analizziamo il dato da gennaio a novembre 2013», spiega Turetta, «emerge come non vi siano stati grossi scostamenti sul piano delle cessazioni, così come sulle nuove aperture, rispetto al 2012. Le attività cessate sono poche unità e comunque nella maggioranza dei casi non hanno chiuso a causa della crisi. Buona si è dimostrata anche la tenuta sul fronte occupazionale, dove le richieste di cassa integrazione sono una ventina tra le aziende amministrate Upa. Un discorso a sè stante», prosegue il presidente del mandamento Upa di Albignasego, « lo merita il comparto dell’edilizia, dove le prospettive continuano a non essere rosee e in linea con quanto sta avvenendo su scala regionale e nazionale, in cui negli ultimi cinque anni ha perso oltre 40 mila occupati e il 30% delle imprese, con un crollo del fatturato da 19 miliardi di euro a poco più dei 13 miliardi di oggi».

Dati tutto sommato confortanti rispetto a quelli che si registrano complessivamente in Veneto, dove, in base a uno studio eseguito dalla Cgia di Meste, l’artigianato ha perso sensibilmente il numero di addetti e delle 136.470 imprese artigiane registrate al 30 settembre 2013, 6.714 erano quelle iscritte ex novo, ma ben 9.258 quelle che hanno chiuso i battenti. «Continuano a chiudere le imprese strutturate», dichiara il segretario della Cgia, Giuseppe Bortolussi,

«mentre nascono realtà costituite quasi esclusivamente dal titolare. Sono le imprese della speranza, di chi apre la partita Iva e rientra nel mercato del lavoro, dopo esserne uscito a seguito della chiusura dell’azienda in cui lavorava come dipendente».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro