Menu

Gli Attika trionfano al Festival show

La band di Monselice vince tra i dodici artisti emergenti nella finale di Lignano Sabbiadoro

PADOVA. «Credi in te stesso perché è l'unica arma che hai», canta Elya nel singolo “Verde”. Il colore della speranza, in una canzone che parla alla generazione sfiduciata dei ventenni d’oggi, con un messaggio di ottimismo. Loro, gli Attika, ci hanno creduto davvero e la loro carica li ha portati, martedì sera, ad aggiudicarsi la vittoria al Festival show, dopo la finale n piazza Bra a Verona fra i tre finalisti selezioni tra dodici artisti emergenti che hanno accompagnato l’intera manifestazione. Sul palco che durante l’estate ha visto alternarsi tanto big, il contest ha premiato la band di Monselice, che ha convinto la giuria di esperti, battendo in finale la veneziana Anna Danieli e la catanese Marta Maceri. Al contest partecipavano anche Camilla Fascina di Isola Vicentina, gli Europroject da Mirano, i padovani Fade to Rage, Giorgia Spedicati da Lecce, Giulia D'Eredità di Taranto, Leonardo Dragusin da Riese Pio X, Marco Kheper di Latina, Stefano Paviani da Peschiera del Garda e le U.B. Dolls, padovane

I finalisti si sono guadagnati l’ultima sfida in Piazza Bra a colpi di applausometro e televoto. La giovanissima band che si è imposta in finale vede al timone Elya Zambolin, ventenne di Monselice che è anche cantante, pianista, chitarrista e autore dei pezzi: insieme a lui Matteo Berto (bassista), di Este, Giovanni Montin (chitarrista), di Pernumia, e il rodigino Luca Bertaglia alla batteria. Il gruppo ha mosso i primi passi nell’agosto del 2008: la gavetta nei patronati e nei locali che aprono anche alla musica inedita e non solo alle cover band, l’anno scorso il primo videoclip “Non arrenderti” (regia Marco Donazzan) con i Bee Studios di Thiene, selezionato a febbraio da Mtv New Generation.

Con il Festival Show gli Attika hanno potuto sperimentare il brivido di suonare davanti a 20.000 persone, nella serata di Lignano Sabbiadoro, e poi l’emozione di suonare sullo stesso palco di Max Pezzali.

«C’è stato in momento in cui è iniziato a piovere e mi sono ritrovato sotto il suo ombrello» racconta Elya «è stato bellissimo poterlo ringraziare per tutto quello che ci ha trasmesso e ascoltare i suoi consigli». Di aver vinto, non se n’erano nemmeno accorti: «Piovevano coriandoli, quando me l’hanno ripetuto per la terza volta ho cominciato a gioire. La cosa più bella di questa esperienza è stata che è aumentato

il numero di ragazzi che ci seguono, ci sono persone che arrivano anche da lontano per ascoltarci».

Ora la band si concentrerà sui live, e sta lavorando al nuovo album. Il primo disco degli Attika si può scaricare gratuitamente da attikamusic.com; il singolo “Verde” è su iTunes.

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro