Menu

Furgone pirata investe un ciclista

Il conducente si è costituito qualche ora più tardi: «Sono scappato per paura»

BRUGINE. Automobilista si allontana dopo aver urtato e fatto cadere un ciclista: ha evitato l’arresto presentandosi spontaneamente dai carabinieri un paio d’ore più tardi. L’incidente si è verificato lunedì poco dopo le 19 in via Conche a Campagnola di Brugine.

G. B., 67 anni, residente in paese, stava pedalando in sella alla sua bicicletta quando è stato urtato da un mezzo che proveniva da dietro. L’uomo non ha fatto nemmeno in tempo a rendersi conto di quanto stava accadendo, che è volato sull’asfalto, battendo violentemente la testa a terra. Alcuni testimoni, automobilisti di passaggio in quel momento, hanno visto che a colpire il sessantasettenne era stato un furgone. Chi lo conduceva, tuttavia, ha ben pensato di pigiare sull’acceleratore e allontanarsi. G. B. è stato soccorso e sul posto è intervenuta un’ambulanza del Suem 118 che lo ha condotto all’ospedale di Piove di Sacco. L’uomo rimane ancora sotto osservazione, anche se le sue condizioni non sarebbero gravi.

Per i rilievi dell’incidente in via Conche sono arrivati i carabinieri di Piove di Sacco. Grazie alle preziose informazioni fornite dai testimoni dell’incidente, tra cui una parte della targa del furgone, i militari sono risaliti all’automobilista pirata.

Prima hanno rintracciato il proprietario del mezzo: quest’ultimo ha dichiarato ai carabinieri che il suo furgone era in uso al fratello. E saputo quanto era accaduto, lo ha subito

contattato convincendolo a presentarsi in caserma. R. Z., 52 anni, artigiano di Terrassa Padovana si è così risparmiato l’arresto, ma non la denuncia per omissione di soccorso. Ai carabinieri ha detto di essersi allontanato dopo l’incidente perché aveva preso paura .

Elena Livieri

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro