Menu

este

L’Atestino sforna 5 “centini” I loro sogni hanno vie diverse

ESTE. Sono cinque i “centini” all’Atestino. La prima è Marika Veronese di Baone, iscritta alla 5B Erica (Educazione alle relazioni interculturali nella comunicazione aziendale), che ora vorrebbe...

ESTE. Sono cinque i “centini” all’Atestino. La prima è Marika Veronese di Baone, iscritta alla 5B Erica (Educazione alle relazioni interculturali nella comunicazione aziendale), che ora vorrebbe iscriversi all’Università al corso di Progettazione e gestione del turismo culturale. Nella stessa classe c’è il 100 di Gloria Caon di Este, che coltiva il sogno di fare l’interprete e di intessere rapporti con culture di tutto il mondo. Ora resta solo da decidere se iscriversi all’ateneo di Padova, Forlì o Trieste. Il massimo dei voti è toccato anche a Francesca Crescenzio, di Lozzo Atestino, della 5D Erica: nessuna idea per ora sulla facoltà da fare, ma una certezza, ossia quella di far fruttare la conoscenza di tre lingue nel settore turistico. Tra i geometri spiccano due “cento”, entrambi in 5B. Filippo De Marchi di Masi è pronto ad iscriversi a Ingegneria meccatronica

e speranzoso di affermarsi anche a livello artistico. Da tempo il giovane è il tastierista della band pop-rock “I Lucchio”. Oltre che la classe, condivide con il compagno anche la residenza l’altro “centino”, Andrea Fin, prossimo ad iscriversi ad Ingegneria civile a Padova.(n.c.)

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro