Quotidiani locali

candidata di cartura al terzo posto

Moglie del leader favorita Accuse di nepotismo ai grillini

CARTURA. Da giorni infuria la polemica sulla candidatura nelle fila del Movimento 5 Stelle, in un’ottima terza posizione nella lista per la Camera, di Gessica Rostellato, moglie di Francesco Vetri,...

CARTURA. Da giorni infuria la polemica sulla candidatura nelle fila del Movimento 5 Stelle, in un’ottima terza posizione nella lista per la Camera, di Gessica Rostellato, moglie di Francesco Vetri, consigliere comunale per lo stesso movimento. Trent’anni, impiegata in uno studio di consulenza del lavoro, la moglie di Vetri si è imposta nelle “parlamentarie” via internet volute da Beppe Grillo raccogliendo, fra i 74 aspiranti candidati in lizza, 105 preferenze personali. Le accuse di “parentopoli a 5 Stelle” sono rimbalzate a Cartura, attraverso un piccato botta e risposta a distanza fra il sindaco Massimo Zanardo e il consigliere - marito Vetri.

Nei giorni scorsi, poi, le accuse di manovre di potere lanciate da Gino De Pauli, fanalino di coda della lista “grillina”, hanno rinfocolato la polemica, al punto che proprio su Internet e sui social network, che tanto stanno contribuendo all’affermazione del Movimento, si trovano commenti e ricostruzioni sul presunto “Vetri - gate”, dove il consigliere, già candidato sindaco a Cartura, avrebbe mosso le fila per tenere in famiglia buona opportunità di entrare in Parlamento, sfruttando i punti deboli del movimento sul territorio.

Accuse alle quali i diretti interessati rispondono ricordando che alle primarie hanno partecipato gli iscritti non eletti nelle amministrative. «In pochissimi casi» spiegano gli esponenti del M5S «alcuni parenti di persone elette in precedenza si sono trovati, per decisione interna condivisa da tutti, candidabili alle “parlamentarie” e poi in posizione più o meno utile grazie alle preferenze ottenute. Nessun favoritismo, dunque, anche perché anni fa quando queste persone si presentarono alle

elezioni locali non potevano sapere che sarebbero state fra gli eleggibili alle politiche. Comunque siamo contenti di questa attenzione» concludono gli esponenti “5 stelle” «che da noi esige trasparenza, la stessa che non viene chiesta agli altri partiti».

Nicola Stievano

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista