Menu

LE REAZIONI / Zan: «Padova ancora una volta apripista dei diritti»

L’assessore all’ambiente saluta con soddisfazione l’apertura dell’ospedale alle mamme gay. L’ex vicesindaco socialista Mezzalira: «Ma papà e mamma sono due belle parole»

PADOVA. Arrivano le prime reazioni alla notizia della decisione dell’ospedale di Padova di sostituire la parola «padre» con «partener» nei braccialetti che consentono l’accesso alla clinica ginecologica. Eccole.

Alessandro Zan, assessore all’ambiente: «Padova ancora una volta apripista».

«Saluto con grande favore e stima la scelta dell'ospedale di Padova di superare le difficoltà legislative riguardanti l'omogenitorialità. Sono davvero i grandi passi avanti che sa fare una società civile e laica. Superando le leggi, le lobby, gli interessi e i potentati, ha fornito una risposta di progresso ad una nazione che in fatto di diritti civili non poteva piu restare indietro. Ancora una volta, dopo l'anagrafe delle coppie di fatto, va a Padova il merito di aver aperto la strada. Mi auguro che questo primo traguardo, arrivato proprio all'inizio dell'anno, faccia da apripista ad altri importanti obiettivi che spero vedano protagonista il Parlamento italiano».

L’ex vicesindaco Bruno Mezzalira su Facebook: «Papà e mamma sono due belle parole».

«Non sono d'accordo. Difendo con forza il dirirtto delle coppie gay di chiamarsi come desiderano, ma con altrettanta forza difendo il diritto dei padri di avere il braccialetto con scritto "papà". Del resto papà e mamma sono le due più belle parole, anche dal punto di vista valoriale, della lingua italiana. Mi viene un dubbio anche dal punto di vista lessicale: prima

padre e madre erano riferiti al bambino, oggi "partner" se riferito al bambino mi sembra una stupidaggine, non solo lessicalmente. Se invece è riferita all'altro membro della coppia fa scomparire l'oggetto della dicitura, cioè il bambino stesso. Non mi sembra una gran cosa. Anzi».

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro