Quotidiani locali

 

Blitz della Finanza alla sagra del Tresto, una decina di sanzioni

Tra venerdì e sabato gli uomini delle Fiamme Gialle hanno passato a setaccio le bancarelle degli ambulanti: trovate false griffe e prodotti contraffatti

OSPEDALETTO EUGANEO. In tanti anni non si erano mai visti, o comunque non avevano mai agito così sistematicamente. Alla fine i finanzieri sono arrivati anche all’Antica fiera del Tresto: tra venerdì e sabato, infatti, le Fiamme Gialle hanno passato al setaccio lo stuolo di ambulanti che popola la tradizionale e frequentatissima kermesse, staccando anche qualche sanzione.

Nel dettaglio, dieci venditori con bancarella regolare si sono visti comunque staccare una sanzione per aver venduto merce senza rilasciare lo scontrino fiscale. Una decina di prodotti contraffatti, perlopiù capi di abbigliamento con false griffe, sono stati inoltre sequestrati a un ambulante privo di licenza. L’intervento della Finanza, ma prima ancora di qualche agente di polizia locale a metà settimana, è probabilmente arrivato dopo che il sindaco di Carceri aveva polemizzato sugli scarsi controlli che vengono effettuati proprio alla sagra del Tresto.

«Troppi vu’ cumprà e venditori abusivi», aveva denunciato il leghista Tiberio Businaro, auspicando il monitoraggio da parte delle forze dell’ordine e promettendo, in caso contrario, un personale blitz tra gli irregolari della fiera. Alla fine non è servito che il sindaco scendesse tra i venditori a fare il controllore.

Già da lunedì scorso i vu’ cumprà, che nel primo weekend di festa superavano la ventina, erano quasi spariti, fino all’intervento di fine settimana delle Fiamme Gialle che ha colpito tuttavia anche quegli ambulanti che erano in possesso di regolare permesso di vendita. (n.c.)

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Stampare un libro, ecco come risparmiare