Menu

Sequestrano un uomo e lo costringono a prelevare col bancomat

Arrestato Adil El Asria, marocchino di 23 anni: insieme a un complice ha tentato di rapinare un uomo di 43 anni di Anguillara Veneta

ANGUILLARA. Sequestro di persona e rapina: sono le accuse che hanno portato i carabinieri di Bagnoli di Sopra ad arrestare un 23enne marocchino regolare, nullafacente e pregiudicato, che ha minacciato e costretto un uomo di 43 anni padovani a prelevare somme di denaro con il bancomat e consegnargliele.

La storia è cominciata nel giugno del 2010, quando l’uomo, 43enne di Anguillara Veneta, ha dato un passaggio in auto a due nordafricani incontrati alla stazione ferroviaria di Rovigo. Giunti ad Anguillara, non contenti del passaggio, i due autostoppisti di colore avevano pensato di raggranellare qualche soldo rapinando il loro autista: uno dei due ha estratto un coltello per farsi consegnare il borsello, dove però non c’era denaro. Per questo i due hanno costretto l’uomo a seguirli ad un bancomat per prelevare. Dopo un paio di tentativi andati a vuoto, approfittando di una momentanea distrazione dei due rapinatori, il 43enne è riuscito a darsi alla fuga per le strade del paese, seminando gli inseguitori e riuscendo a chiedere l’intervento dei carabinieri.

Grazie al lavoro di indagine, utilizzando le immagini delle telecamere della stazione di Rovigo e delle banche

dove l’uomo aveva tentato i prelievi, i carabinieri sono riusciti a chiudere il cerchio su uno dei due responsabili.

E’ finito così in arresto Adil El Asria, marocchino, classe 1988: è stato portato al carcere Due Palazzi, dovendo già scontare una pena di anni 2 e 10 mesi.

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro