Menu

Cinquantenne sequestrato da due balordi in stazione

Notte da incubo per un maresciallo dell’Esercito in pensione costretto e seguire una coppia e salvato da un equipaggio delle Volanti di passaggio: arrestati un tunisino e una padovana

PADOVA. Notte da incubo per Demetrio Mafrica 49 anni, padovano, maresciallo dell’Esercito in pensione, sequestrato da due balordi in stazione e costretto a girovagare per il centro in cerca di un bancomat per fare un prelievo. La fortuna ha volto che dopo un po’ è transitata una Volante e l’uomo, minacciato con due bottiglie rotte, si è gettato in mezzo alla strada, attirando l’attenzione degli agenti.

Due persone sono finite in manette: si tratta di Mohamed Brahmi, 30 anni, tunisino clandestino e di Maria Rosaria Magnano, 24 anni, residente a San Giorgio delle Pertiche.

Demetrio Mafrica, domenica sera verso le 23,15, si era recato in stazione per accompagnare un’amica, con cui aveva trascorso la serata, al treno. Uscito dalla stazione l’uomo è stato avvicinato da una coppia di balordi armati di bottiglie rotte, impugnate come armi. I due hanno chiesto soldi, ma visto che Demetrio Mafrica non ne aveva l’hanno afferrato per le braccia e trascinato in un vicino bancomat.

Demetrio Mafrica ha più volte detto di avere il Postamat: così i tre si sono messi in cerca di un ufficio postale. All’improvviso, tuttavia, è comparsa un’auto della polizia. L’ostaggio si è buttato in mezzo alla strada facendo fermare gli agenti che così hanno arrestato la coppia.

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro