Menu

Padova «imbiancata», traffico in tilt e pericolo ghiaccio

Una notte di Blizzard con vento e neve sul Padovano. E l'Arpav avverte: "Nuove nevicate in arrivo nelle prossime ore". La cronaca aggiornata

PADOVA. Blizzard, cioè vento e neve, durante la notte. E al risveglio Padova si ritrova coperta da un velo bianco. Resta alto dunque l’allarme maltempo, soprattutto a causa del ghiaccio per le strade. Nelle prossime ore è atteso un miglioramento, mentre una nuova nevicata è prevista per sabato. Disagi soprattutto per la viabilità con code e rallentamenti. E’ stato esteso fino a domenica lo stato di attenzione per nevicate sull'intero territorio del Veneto. La decisione è stata presa dalla Protezione civile regionale.

Ecco gli ultimi aggiornamenti sulla situazione del Padovano.

15.30. La Figc, federazione italiana gioco calcio, ha deciso che in tutto il Veneto nel fine settimana non si giocheranno le partite dei campionati di Eccellenza e di quelli minori.

15.00. "Le scuole resteranno aperte perché non vogliamo creare inutili allarmismi – ha spiegato il sindaco Zanonato – Tutte le indicazioni ci dicono molto distanti dalle emergenze che vediamo in tv. Una buona prevenzione da parte dell'amministrazione e la collaborazione dei cittadini con comportamenti adeguati, dovrebbero farci uscire indenni dal maltempo". Per ogni necessità è attivo il numero 049.8205100, gestito dalla Polizia municipale 24 ore al giorno con 5 postazioni. In caso di emergenza l'Unità di crisi - Polizia Municipale, protezione Civile, Settore manutenzioni - si ritrova alla centrale operativa della Polizia municipale da dove è possibile monitorare la situazione.

13.45. Conferenza stampa in Comune per l'aggiornamento della situazione. Il sindaco Zanonato è tranquillo: "Non ci sono stati particolari problemi. La salatura ieri notte è iniziata all'1 e ha riguardato tutte le rotonde, le tangenziali e le strade principali". Per domani è prevista la salatura anche dei quartieri e delle strade più interne, oltre che i mercati (Prato della Valle e Ponte di Brenta), il Listòn e le piazze. Restano gli inviti ai cittadini per ridurre al minimo i disagi: 1) Dotarsi di sale (che mette a disposizione il Comune) e di pale; 2) Pulire il marciapiedi di fronte alla propria abitazione o al proprio negozio (per i condomini devono attivarsi i responsabili); 3) Non utilizzare l'auto durante le nevicate se non in caso di estremo bisogno; 4) Dotarsi di gomme da neve o di catene.
A proposito dei costi del "piano neve", la Protezione civile ha comunicato che verranno rimborsate ai comuni le spese per l'acquisto di sale e strumenti per affrontare l'emergenza neve.

13.30. Un incidente dalle parti di porta Pontecorvo sta provocando code e rallentamenti al traffico: un'utilitaria è finita sopra lo spartitraffico di via Facciolati. Si aggiunge ai disagi provocati dalla neve.

13.00. Ecco il bollettino Arpav delle 13 per le prossime ore: "Una massa d'aria fredda proveniente da nord-est alimenta una depressione sull'Italia. Sulla nostra regione sono previste spesso molte nubi, con parecchio vento da nord-est fino a sabato, probabilità di qualche modesta nevicata e temperature sotto la norma specie di giorno". Riguardo a possibili nuove nevicate l'Arpav conferma: "Sabato nevicate anche in pianura; probabili accumuli generalmente di 1-5 cm, possibili locali massimi di 5-15 cm sulla pianura meridionale e occasionalmente sulla fascia pedemontana e prealpina centro-occidentale. Domenica probabili modeste nevicate specie verso sera, la cui entità sarà oggetto di successivi aggiornamenti".

12.30. Abbandonate a Villafranca Padovana, in uno stagno pure in parte ghiacciato. Due femmine di Germano reale, senza anello di riconoscimento e con le ali amputate. Sono state così ritrovate dalle "guardie" della Lac (Lega anti-caccia) che hanno provveduto al ricovero delle due anatre presso un ambulatorio veterinario, non senza avere prima faticato per poterle recuperare. Le anatre, infatti, sono state soccorse grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco. Nella gabbia non vi era traccia di cibo. Erano in quel posto abbandonate dalla fine della stagione venatoria. Gli animali erano utilizzati dai cacciatori come richiami vivi. Poi, chissà perché, erano stati abbandonati al gelo di questi giorni. La Procura della Repubblica di Padova ha convalidato il sequestro mentre, finito l’iter giudiziario e se sarà possibile riabilitarle, verranno liberate in natura. Ne dà notizia l'agenzia "Geapress".

12.00. Una enorme stalattite di ghiaccio lunga tre metri e pesante 50 chili è stata rimossa stamane dalla sommità di una palazzo di via Scrovegni, in pieno centro storico. Il mega-ghiacciolo, formatosi con il grande freddo a causa di una perdita d'acqua dal bagno di un appartamento, pendeva pericolosamente sulla strada, e costituiva un rischio notevole per automobili e passanti. Per abbatterlo, dopo aver transennato la zona, i pompieri hanno dovuto prima romperlo in pezzi più piccoli con l'uso di piccozze.

11.30. Per verificare la situazione del maltempo,  il sindaco ha deciso di convocare un vertice con l'assessore alle manutenzioni Andrea Micalizzi e quello alla polizia municipale Marco Carrai, accompagnati dai tecnici del Comune. Alle 13 è previsto l'incontro con i giornalisti.
Intanto ecco il video del Blizzard di ieri sera girato da due padovani e caricato su YouTube: GUARDA IL VIDEO

11.00. L'Enel ha deciso di avviare un monitoraggio dello "stato di salute" delle proprie linee elettriche con l’obiettivo di una qualità del servizio: saranno realizzate nei prossimi giorni una serie di ispezioni aeree che interesseranno diversi comuni in Provincia di Padova. Dal 13 al 29 febbraio prossimi, i tecnici di Enel Distribuzione ispezioneranno circa 710 km di linee elettriche aeree a media tensione con particolare attenzione alla presenza di piante nelle immediate vicinanze dei conduttori, che con il maltempo potrebbero cadere e tranciare i cavi.

10.30. Ecco la situazione sull'autostrada A13 Padova-Bologna ripresa dalle webcam della società autostrade. Il traffico è scorrevole e non sono segnalati particolari problemi. Resta però il divieto per i mezzi pesanti oltre le 7,5 tonnellate di entrare in autostrada in direzione Bologna.
(da sinistra: lo svincolo tra A4 e A13 a Padova Est, l'autostrada A13 a Terme Euganee e a Monselice)

10.00. L'incrudimento dell'inverno, con il gelo e le deboli nevicate di questi giorni, hanno convinto il Comune di Padova a concedere un'ulteriore proroga per l'accensione degli impianti di riscaldamento. Fino al 19 febbraio i termosifoni potranno restare accesi i termosifoni fino a 18 ore al giorno; l'ordinanza è stata firmata dal capo del settore ambiente del Comune, Patrizio Mazzetto. Il provvedimento amplia di quattro ore il termine giornaliero di accensione degli impianti termici nel periodo.

09.30. Per quanto riguarda la rete autostradale qualche disagio è segnalato sulla A4 nei pressi del casello di Padova est: qui si sono formati 2 km di coda dovuti ai mezzi che non possono entrare nello svincolo che immette alla A13 Padova-Bologna, chiusa per precauzione in vista del maltempo già dalla mezzanotte di ieri.

08.30 L'assessore Micalizzi fa il punto dopo la notte: "E' stata nevicata non eccessiva anche se violenta con vento forte. Il problema adesso è il ghiaccio. Le strade principali sono tutte percorribili, soprattutto perché è stato fatto un lavoro preventivo di salatura molto importante. Ci sono rallentamenti nel traffico dovuti alla prudenza. Bisogna fare attenzione ai marciapiedi che possono essere scivolosi e ghiacciati. I volontari della Protezione civile sono in giro per distribuire sale e dare assistenza a chi è in difficoltà".

08.00 Qualche disagio per i treni, ma non ai livelli dei giorni scorsi. Quasi tutti i treni hanno ritardi minimi. Solo il Freccia bianca per Milano che partiva da Padova alle 8.17 è stato cancellato.

07.30 Ancora una chiusura ai camion superiori alle 7,5 tonnellate per l''autostrada A13 Padova-Bologna in direzione dell'Emilia. Ai caselli le macchine dei carabinieri fanno da filtro e fermano i tir.

06.30 La perturbazione che ha investito il Padovano arriva dal Baltico, si chiama "Lucina". Si è passata da 1 grado poco prima di mezzanotte a meno 3 nel cuore della nevicata. Sono caduti circa 3 centimetri di neve in un'ora e il vento ha soffiato ai

40 km/h. Anche nella Bassa i mezzi spargisale hanno cominciato a girare già durante la notte. Secondo quanto riportato da Siro Morello, esperto di meteo del gruppo "Estremi di meteo4", eventi simili sul Padovano negli ultimi anni si ricordano nel febbraio 2005 e nel dicembre 2001.

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro