Menu

Il Pdl a congresso, sarà vero scontro: si contano le correnti

Giovanardi e Capezzone chiamati a governare le assemblee in Fiera e Sheraton. Due candidati per il coordinamento Grande Padova: Marco Marin contro Matteo Cavatton. Tre per il coordinamento provinciale: Degani, Fecchio e Turetta.

PADOVA. Un sabato di confronto e forse anche scontro per il Pdl padovano. Due personalità di rilievo nazionale terranno a battesimo i primi congressi del Popolo della Libertà padovano. Sarà il senatore Carlo Giovanardi, leader dei Popolari Liberali, a presiedere il congresso provinciale, in programma, a partire dalle 9, nella sala Carraresi della Fiera (le urne saranno aperte dalle 11 alle 21). Toccherà invece al portavoce nazionale Daniele Capezzone guidare i lavori dell’assemblea della Grande Città , che iniziano alle 10 allo Sheraton.

Il settore Organizzazione del Pdl, di cui sono responsabili gli onorevoli Marco Martinelli e Maurizio Lupi ha ufficializzato le tre liste ammesse in base all’ordine di presentazione. Va detto che ogni elettore può indicare una sola preferenza.

La lista numero 1, benedetta dal consigliere regionale Leonardo Padrin, è quella guidata dal ventiquattrenne Matteo Turetta (candidato coordinatore provinciale) e dalla trentenne Alessia Fanton (candidato vicecoordinatore). Quindici i candidati al coordinamento, che fanno parte della lista bloccata: Roberto Gastaldo, Alessandro Ruzza, Lisa Loreggian, Filippo Mattiolo, Alessia Cattelan, Davide Galeazzo, Chiara Testolin, Nicolò Morachiello, Martina Stocco, Davide Silvestrin, Andrew Feltre, Roberto Carlo Moneta, Marco Zago: tutti giovani i candidati, nati fra il 1984 e il 1991.

La lista numero 2 è capeggiata dalla presidente della Provincia Barbara Degani, candidata a coordinatore provinciale, e dal sindaco di Lozzo Atestino Luca Ruffin. La lista dei candidati al coordinamento è composta da quattordici nominativi (Davide Zanetti non è stato ammesso in quanto non in regola con l’iscrizione 2011). Del team fanno parte Pierluigi Cagnin, Emanuele Canova, Giuseppe Costa, Valentina Guidolin, Andrea Gumiero, Giuliano Martinello, Renato Modenese, Massimo Ramina, Domenico Riolfatto, Giulio Ruffato, Michele Sigolotto, Mara Tosello, Antonio Zaccaria e Massimo Zanardo.

Vanno a caccia della preferenza il sindaco di Casalserugo Elisa Venturini, il sindaco di Villafranca Luciano Salvò, il vicesindaco di Polverara Olindo Bertipaglia, La lista numero 3 è capitanata dall’assessore provinciale alla Protezione civile, Mauro Fecchio (candidato coordinatore provinciale) e dal sindaco di Vo’ Euganeo, Giuliano Martini, candidato vicecoordinatore.

Nella squadra troviamo Raffaele Zanon, Marco Pirillo, Alberto Danieli, Salvatore Scirè, Gabriele Volponi, Silvia Busato, Andrea Benato, Alessandra Girolimetto, Giovanni Faccin, Savino Zabaione, Giuseppe Calabria, Gianfranco Fornasiero, Vito Cardiello, Enrico Pavanetto e Piergiorgio Cortelazzo.

Sono due, invece, le liste che si misurano per il coordinamento della Grande Città. Al ticket composto da Marco Marin e Rocco Bordin (i quali sono appoggiati dalle componenti che fanno capo a Marino Zorzato e Clodovaldo Ruffato) si contrappone il tandem pilotato da Matteo Cavatton e da Stefano Grigoletto. Si tratta di una sfida assai attesa, che

mette di fronte, da un lato, il candidato sindaco sconfitto, nel 2009, al ballottaggio da Flavio Zanonato, e il consigliere comunale da sempre al fianco dell’onorevole Filippo Ascierto. Il duo Marin-Bordin gode de favore dei pronostici, ma la lista alternativa intendere vendere cara la pelle.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro