Menu

Finisce con l’auto nel fossato del castello

Paura e stupore ieri a Castelfranco, la venticinquenne di Galliera a bordo di una Fiat Punto ha rischiato di annegare

di Dario Guerra

CASTELFRANCO

Finisce con l’auto nel fossato del castello: salva. A.D., 25 anni, rumena residente a Galliera Veneta, ieri mattina poco dopo le 8 è finita con la sua Fiat Punto nelle fosse, rischiando di annegare. Arrivava da borgo Vicenza, ha svoltato a destra e dopo aver compiuto neanche un centinaio di metri, in prossimità di via Nugoletti, davanti alla Galleria Arte Castellano, è uscita sulla sinistra salendo dapprima sul marciapiede e poi «saltando» nell’acqua gelida. L’auto è terminata nella parte opposta del fossato del castello, pieno d’acqua. La giovane è uscita dalla Fiat senza grandi difficoltà. Non essendo ferita, nonostante il «salto» nel canale, è stata capace di scendere dall’auto e d’incamminarsi a piedi, salendo nei giardini del castello. Nessuno vedendola bagnata riusciva a immaginare cosa potesse esserle accaduto. Moltissimi i curiosi che, vedendo invece la Fiat Punto quasi completamente sommersa dall’acqua, si sono affrettati a chiamare i soccorsi, pensando che dentro ci potesse essere una persona che stava annegando. Solo dopo qualche minuto, con l’arrivo dei vigili del fuoco, si è compresa appieno la situazione: la donna infreddolita è arrivata a piedi, dopo aver fatto il giro dei giardini. È stata soccorsa dai pompieri, che l’hanno fatta salire nel loro automezzo e le hanno dato una coperta per scaldarsi. Ma intanto tra i passanti le ipotesi di quella «planata» in acqua, proprio in quel punto in cui è impossibile correre forte trattandosi di una curva, si sprecavano. In tanti si fermavano nel vedere l’auto dentro l’acqua: uno spettacolo assolutamente insolito. Per il comandante della polizia locale Mariano Bonato, la donna è stata miracolata, in quanto – dopo aver preso lo scalino prima di salire sul marciapiede e poi entrare in acqua – la sua auto poteva anche capovolgersi, e a quel punto per la giovane non ci sarebbe stato scampo. Fortunatissima anche nel momento di scendere, in quanto la Fiat si era posizionata vicino alla parte opposta del canale, prossima alla sponda dei giardini. Sul posto per il rilievi della fuoriuscita autonoma sono intervenuti i vigili urbani, che staccheranno una contravvenzione di poco superiore ai trenta euro. Le operazioni per liberare l’auto dall’acqua sono durate alcune ore e sono state seguite da tantissime persone. Qualcuno fotografava e riprendeva per poi caricare le immagini su youtube, visto che tutto è terminato nel migliore dei modi. A supportare il carro speciale per estrarre l’auto anche i sommozzatori dei vigili

del fuoco, che si sono immersi nell’acqua con le tute speciali Atp. Per Castelfranco è stato un vero spettacolo, perché non capita spesso di vedere una simile cosa. L’auto della rumena è stata la prima nella storia a finire nel fossato del castello.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro