Quotidiani locali

Provincia, i dirigenti costano ogni anno un milione di euro

Lo stipendio più elevato è quello di Valeria Renaldin Ora svolge le mansioni di segretario generale

di Matteo Bernardini

Se giunta e consiglio, insieme, costano alla Provincia quasi 1 milione di euro, altrettanti l’amministrazione di Palazzo Santo Stefano ne deve spendere per gli stipendi dei dodici dirigenti in servizio.

La somma esatta (al lordo delle trattenute previdenziali), sborsata per i capi settore, è infatti 1.034.636 euro. Lo stipendio più alto è quello di Valeria Renaldin: 115.931 euro, divisi in retribuzione tabellare (43.625) e retribuzione di posizione (72.089 euro).La Renaldin svolge attualmente le funzioni di segretario generale, nel contempo le è affidata la gestione delle Risorse umane.

Antonio Zaccaria, dirigente del Trasporto pubblico, Turismo e Patrimonio, percepisce annualmente 104.648 euro.Alle sue spalle Roberto Lago, caposettore dei Sistemi informativi con una retribuzione di 88.289 euro. Marco Pettene, responsabile dell’area Edilizia, ha uno stipendio di 86.714 euro lordi, somma suddivisa (come per tutti gli importi degli altri suoi colleghi) tra la parte tabellare e la retribuzione di posizione che include il premio di risultato.

Antonio Zotta, dirigente della Viabilità, ha una busta paga annua di 85.625 euro, mentre Massimo Giorgetti (consigliere comunale Pdl a Palazzo Moroni) riveste la carica di capo di Gabinetto della presidente Barbara Degani portandosi a casa 84.495 euro.

Di poco inferiore è lo stipendio percepito da Marco Cappellaro, ex responsabile dell’area Comunicazione (durante l’amministrazione pilotata da Vittorio Casarin), ora invece responsabile delle Attività produttive, dell’immigrazione e della Cooperazione internazionale.

Gian Paolo Turcato percepisce 81.495 per lo studio, la ricerca e la consulenza al coordinamento amministrativo in materia di affidamenti, gare e contratti.

Renato Ferroli è il dirigente che si occupa di Agricoltura e cave, gli viene erogato uno stipendio di 77.519 euro; appena più basso, 76.956 euro, è l’importo versato al dirigente della Protezione civile Renato Ceccato.

A Giorgio Santarello, capo settore al Lavoro e alla Pubblica istruzione vanno 76.625 euro, mentre la retribuzione più bassa è quella che spetta annualmente a Miledi Dalla Pozza: 73.625 euro per essere la responsabile della direzione del servizio Ecologia caccia e pesca del settore Ambiente. I dipendenti, complessivamente, risultano 453.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia il Mattino di Padova
e ascolta la musica con Deezer.3 Mesi a soli 19,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.