Menu

Il governatore Zaia: «Sentenza da schifo»

Omicidio Squarise, interviene il presidente della Regione Veneto: «Bisognava metterlo in galera e buttare via le chiavi, altro che solo 17 anni di prigione»

PADOVA. Non usa mezzi termini il presidente della Regione Veneto Luca Zaia commentando la notizia della mite sentenza inflitta a Victor Diaz Silva, l'assassino della padovana Federica Squarise. «Parlare di condanna è esagerato ha commentato oggi Zaia - questo è un autentico delinquente che bisognava mettere in galera e buttare le chiavi, invece si è beccato solo 17 anni e nove mesi. Ha commesso un delitto gravissimo e doveva essere punito come tale, ma così non è stato».

«La loro libertà finisce dove inizia la nostra - ha aggiunto Zaia parlando di rapporti diplomatici tra Italia e Spagna - ma a livello diplomatico, il ministro Terzi dimostri un po' di disappunto, dobbiamo avere il coraggio per dire che questa sentenza è uno schifo».

E c'è sconcerto a San Giorgio delle Pertiche la cittadina dove viveva Federica uccisa barbaramente da Silva, detto "el Gordo", in Spagna mentre si trovava in vacanza con un'amica nell'estate del 2008. La ragazza aveva conosciuto Silva una sera e aveva passato qualche ora in compagnia di una persona che sembrava gentile e tranquilla. "El gordo" invece si è trasformato in poche

ore in assassino: prima ha abusato della ragazza, poi l'ha strangolata. Dopo tre anni il collegio della Corte di Girona, in Spagna, è arrivata al verdetto pe il brutale assassino che ha avuto 17 anni e 9 mesi e dovrà inoltre pagare un indennizzo alla famiglia Squarise di 80 mila euro.

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro