Menu

Tre anni, muore davanti a mamma e nonna

Si accascia senza un lamento mentre sta giocando e spira poche ore dopo all'ospedale

GRANTORTO. Bambino di quasi tre anni muore improvvisamente mentre è a casa della nonna. Una tragedia inspiegabile, una corsa contro la morte tanto angosciante quanto fatale. Per Luca Bizzotto, 3 anni il prossimo mese, non c'è stato nulla da fare. Era andato con la mamma a trovare la nonna a Carturo verso mezzogiorno. Avevano pranzato assieme.

Il piccolino era sereno e allegro come sempre. Poi all'improvviso l'impensabile. Si è sentito male e si è accasciato privo di sensi. Immediato l'allarme dei familiari, che hanno chiamato subito il 118. Poco dopo è atterrato nei campi vicini l'elisoccorso del Suem di Padova. I medici hanno tentato l'impossibile fin da subito. Luca è stato trasportato all'ospedale cittadino in gravi condizioni.

Poche ore dopo il suo cuoricino ha smesso di battere. Un disgrazia terribile e uno strazio enorme per i genitori, che non sanno darsi pace per la perdita del loro unico figlioletto. «Era un angelo, il nostro angelo» continuano a ripetere i familiari disperati.

Un bambino vivace, bello e pieno di vita. Era nato con dei piccoli problemi a un braccio, ma per il resto stava bene. Era la gioia dei genitori Franca Baldi ed Emanuele Bizzotto, che vivono a Grantorto in via Prandina. La famiglia è molto stimata in paese, il papà lavora in banca a Vicenza e tutti lo conoscono. Anche la mamma, ragioniera originaria di Carturo, è molto conosciuta. Due giovani solari, felici ed orgogliosi del loro «angelo biondo».

Luca, mentre i genitori lavoravano, stava solitamente con i nonni paterni. Ieri era in visita alla nonna in via Rive a Carturo. Lì vivono anche gli zii, che ieri erano sotto choc per la tragedia. «Non si sa cosa gli sia capitato - racconta una zia con la voce spezzata - Non c'è più. Il nostro angelo se n'è andato. Hanno tentato di tutto pur di salvarlo. Abbiamo sperato fino all'ultimo. E' un dolore troppo lacerante per tutti».

La notizia della morte del piccolo Luca ha destato enorme commozione sia a Grantorto che a Carturo. «E' tutto così assurdo - sospirano i conoscenti - Era un bambino bellissimo e vispo. E' terribile che se ne sia andato così all'improvviso». «E' un dolore per tutta la comunità - ammette il sindaco Luciano Gavin - In questo momento è superflua
ogni parola. Il lutto è troppo duro da realizzare. L'amministrazione è vicina e unita al cordoglio della famiglia, che in questo momento è fortemente provata dal dolore e deve trovare la forza di rialzarsi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro