Menu

Arriva Gentilini, si recita Mameli in piazza

Saoncella e amici manifestano in centro con l'inno mentre la Lega festeggia a Santa Margherita

SANTA MARGHERITA D'ADIGE. Hanno recitato l'Inno di Mameli sventolando delle bandierine tricolori, «per ricordare alla Lega che qualche punto del loro statuto va in netto contrasto con la Costituzione italiana». Stefano Saoncella ha mantenuto la promessa e lunedì sera, mentre a meno di un chilometro la festa della Lega nord ospitava Giancarlo Gentilini, ha posizionato un leggio in piazza IV Novembre, ha raccolto alcuni amici, ha distribuito delle bandiere italiane e ha recitato l'inno d'Italia. Con lui c'erano altri sei compagni, tra cui la consigliera di minoranza di Montagnana Roberta Di Salvatore.

L'iniziativa dei «cittadini liberi», come si sono definiti i manifestanti, aveva ricevuto anche i permessi dagli enti preposti, tanto che nel piccolo centro del paese c'erano ben otto tra carabinieri e vigili.
«La nostra non voleva essere una provocazione - ha ribadito Saoncella - ma solo una chiara presa di posizione verso ciò che va contro i principi della nostra Repubblica. La Lega nord, in questo, ha molte colpe». La recita dell'inno è avvenuta alle 20 spaccate. Gentilini è invece arrivato alle 21.

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro