Quotidiani locali

Estorsioni a bimbi di 10 anni, smantellata baby gang

Costringevano i bambini a consegnare anche uno o due euro. La Squadra Mobile di Padova ha individuato due ragazzi di 14 e 15 anni, collocati in comunità. Un terzo, dodicenne, non è imputabile

La Squadra Mobile di Padova diretta dal vicequestore aggiunto Marco Calì, a conclusione di un'indagine coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Venezia, ha individuato una baby gang interetnica responsabile di un consistente  numero di allarmanti di episodi di bullismo, nei confronti di coetanei.

Due minori di 14 e 15 anni sono stati collocati in una comunita', un terzo di 12 anni non e' stato sottoposto ad alcun provvedimento perche' non imputabile per via dell'eta'. E' la quarta baby gang smantellata in zona in meno di un anno; dieci i minori arrestati in tutto dalla squadra mobile padovana.

Quest'ultimo gruppo si e' contraddistinto per la sua particolare spregiudicatezza, convinto che l'omerta' diffusa tra i coetanei, restii a denunciare o a segnalare le violenze del branco in quanto condizionati dal timore di violente ritorsioni, li rendesse immuni dai controlli di polizia.

La baby gang preferiva agire nei pressi di scuole o di luoghi di aggregazione (parchi pubblici o piazze cittadine). La Squadra Mobile euganea si e' attivata dopo aver appreso di alcune
violenze. Acquisendo la fiducia
delle vittime sono state raccolte numerose denunce e segnalazioni che hanno fatto emergere una spaccato di ripetute estorsioni (1-2 euro anche a bambini di
10-11 anni), vessazioni, furti e rapine che hanno convinto il gip veneziano ad emettere due provvedimenti di ''collocamento in comunita''.

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' PER GLI SCRITTORI

Stampare un libro ecco come risparmiare