Menu

Muore nel sonno a soli 36 anni

I vicini si sono insospettiti perché il labrador di Denis Bettio abbaiava La madre disperata: «Non aveva mai avuto problemi di salute»

CARTURA. E' stato il suo amato labrador, Iris, a dare l'allarme, abbaiando furiosamente finché i vicini di casa non si sono insospettiti. Denis Bettio, 36 anni, dipendente di un centro revisioni di Padova, era morto nel sonno, stroncato con tutta probabilità da un infarto. Il trentaseienne era residente in via San Marco 11 a Cagnola, frazione di Cartura. Viveva da solo nell'abitazione di Cagnola, da ormai 4 anni. Lascia il papà Giovanni e la mamma Germana, residenti a San Pietro Viminario in via Martiri della Libertà 6, e la sorella Nadia.

In passato, Denis aveva gestito insieme ai genitori un'edicola a Padova, nella zona dell'ex mercato ortofrutticolo e poi vicino al tribunale. Un'attività che aveva proseguito con la madre, quando il padre, per una malattia, era stato costretto a restare a casa. Proprio la mamma è stata la prima a telefonargli, a vuoto, ieri mattina. «Io avevo l'abitudine di chiamarlo sempre verso le 8, 8 e un quarto - racconta angosciata -. Stamattina l'ho chiamato più volte, ma il telefono risultava spento. Nel frattempo i suoi condomini hanno sentito il suo cane, il suo adorato labrador Iris, che abbaiava a più non posso».

Denis lavorava al C.a.p.a., Consorzio autoriparatori padovani, in via San Marco 47 a Padova, ormai dal 2004. Era sempre puntualissimo e quindi anche i suoi datori di lavoro si sono allarmati, ieri, non vedendolo arrivare. Hanno chiamato un amico che si è precipitato a casa dei genitori per prendere le chiavi e provare ad entrare. Nel frattempo sono arrivati sul posto anche i vigili del fuoco, insieme ai sanitari e ai carabinieri di Conselve. Ma per il trentaseienne non c'era più nulla da fare: era steso sul suo letto, già morto. La mamma non si dà pace. «Stava bene, non aveva mai avuto problemi di salute - assicura -. Proprio oggi doveva portarmi a Padova, con l'auto nuova che aveva appena
preso». «Denis era una persona solare, sempre con il sorriso sulle labbra - lo ricorda affranta una collega di lavoro -. A quanto sappiamo non aveva problemi di salute». Ora sul corpo del trentaseienne è stata disposta l'autopsia, per accertare la causa esatta della morte, vista la giovane età.

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro