Menu

Picchiata e rapinata in casa, rubati gioielli per 100 mila euro

Immobilizzata e schiaffeggiata la moglie di Raffaele Gallo, commerciante di carne di bestiame di Fratte di Santa Giustina in Colle

Legata, picchiata e derubata. Torna l'allarme predoni nell'Alta padovana. E con l'allarme anche la paura per la rapine in villa. Il colpo è stato messo a segno la notte scorsa a Fratte di Santa Giustina in Colle in via Commerciale 62. L'obiettivo della banda era l'abitazione della famiglia Gallo, famiglia di commercianti di carne bovina. I banditi hanno immobilizzato la proprietaria, Maria Rosa Zoccarato, 57 anni, che stava dormendo da sola in casa (il marito Raffele era ancora fuori), l'hanno legata e schiaffeggiata per costringerla a rivelare dove fossero le cassaforti, che non sono state trovate. Ingente, comunque, il bottino: 80-100 mila euro in gioielli.

I rapinatori, tre, probabilmente rumeni (la signora ha riferito di averli sentiti parlare con accento dell'Est), sono entrati forzando la finestra del bagno al piano terra dello stabile che si affaccia su via Commerciale. Poi sono saliti al primo piano e sono entrati in camera da letto. In due hanno bloccato la donna, l'hanno portata di peso in soggiorno, seduta su una sedia e legata mani e piedi. Poi hanno cominciato a rovistare dappertutto. Maria Rosa Zoccarato li ha scongiurati di non farle del male e ha indicato loro dove prendere i gioielli. Ma ha negato l'esistenza  di una cassaforte.

Probabilmente
soddisfatti del bottino, i banditi sono fuggiti. Dopo dieci minuti la donna è riuscita a liberarsi e a dare l'allarme. sul posto i carabinieri della Compagnia di Cittadella del capitano Marco Stabile e i militari del Nucleo investigativo del maggiore Francesco Rastelli

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro