Menu

Prostituzione a Padova, multato un cliente al giorno

Il bilancio record dei vigili nel 2010: 312 sanzioni da 500 euro, ma solo il 50% ha già pagato. Luglio il mese più prolifico, a gennaio il minimo di contravvenzioni

PADOVA. Trecentododici sanzioni elevate dai vigili urbani durante l'anno solare 2010: se incassate (molti non hanno ancora pagato) le multe porteranno ben 156 mila euro nelle casse comunali.

La lotta alla prostituzione, con la maxi-multa di 500 euro per i clienti «pizzicati» in procinto di consumare l'atto, dunque, almeno numericamente sta dando i suoi frutti. Escluse le giornate più fredde, quelle con gelo e neve, nelle quali anche le «belle di notte» preferiscono starsene al caldo, la media di fine anno fa segnare quasi un verbale al giorno. 

«Non abbasseremo la guardia - commenta l'assessore comunale alla Polizia municipale, Marco Carrai - sappiamo che ci sono zone della città maggiormente soggette a questo fenomeno, le controlleremo». 

Le ultime tre multe sono arrivate poco prima di Natale. L'antivigilia, un algerino di 24 anni è stato fermato in via Natisone (a Sacro Cuore) mentre un italiano di 31 anni è stato multato in via Bressan. Mentre due giorni prima, in via Duprè all'Arcella, era toccato ad un giovane di 37 anni di Selvazzano Dentro, che ha pagato immediatamente i 500 euro, evidentemente per evitare che verbali compromettenti finissero nella sua cassetta della posta e poi nelle mani sbagliate. 

A favorire il fenomeno è soprattutto il fattore climatico: l'andamento dei verbali segnala un aumento costante fino al picco nel mese di luglio, quando le multe comminate sono state 53, quasi due al giorno. Ma anche agosto (43) e giugno (30) si sono rivelati mesi «caldi». Evidentemente quando le mogli sono in vacanza...  Il record negativo (per quanto riguarda il numero di sanzioni elevate) lo ha fatto segnare, e non potrebbe essere altrimenti, gennaio (con i verbali fermi a quota 7). Circa la metà dei fermati ha già saldato il debito, i restanti hanno 60 giorni di tempo per farlo. 

Il record
di longevità va a due anziani di 72 anni, uno residente in città e l'altro di Loreggia, multati nei mesi estivi: i «bollenti spiriti», evidentemente, rimangono inalterati anche con il passare degli anni. (e.a.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro