Menu

«Venite a mangiare al Veliero anche senza gomme da neve o catene, in caso di multa ci siamo noi»

I gestori del ristorante di Baone si oppongono all'ordinanza del sindaco Corso: "Non vale lungo tutte le strade provinciali e noi perdiamo clienti"

BAONE. Galeotte furono le gomme termiche. L'obbligo di avere a bordo catene o gomme da neve da parte di chi attraversa in auto il comune di Baone costa caro a un esercizio del posto, il ristorante «Il Vecchio Veliero» di piazza XXV Aprile, che per evitare di perdere altri clienti ha deciso di correre ai ripari. Michel e Cassandra Schivo del «Veliero» stanno consegnando volantini ai propri clienti: «Chi viene nel nostro ristorante, anche se privo di catene o gomme termiche, non prenderà multe. E se succede provvederemo noi».

L'ordinanza. E' firmata dal sindaco Francesco Corso ed è del 10 novembre. Ordina «per tutto il periodo compreso tra il 15 novembre 2010 e il 31 marzo 2011 l'obbligo di circolare sulle strade comunali con speciali pneumatici per la marcia su neve o ghiacchio, o muniti di catene da neve a bordo, a partire dal punto d'installazione del segnale». L'ordinanza comunale si aggiunge a quella della Provincia di Padova del 19 ottobre, che estende lo stesso obbligo a tutte le strade provinciali dei Colli Euganei: le Sp 43, 101, 99, 25, 89, 77, 38 dir, 21, 21 dir e 62. Anche in questo caso l'uso coatto di gomme e catene dev'essere segnalato dai cartelli stradali.

Il ristorante.
«L'ordinanza ci ha procurato molti disagi - spiegano i titolari del ristorante "Il Vecchio Veliero" -. Numerosi clienti chiedono spiegazioni, temendo di incappare in qualche multa. In un caso, proprio per questo motivo, è stata disdettata una cena per dieci persone».

I gestori del ristorante hanno vagliato le due ordinanze, trovando dei cavilli a loro favore: «Nell'ordinanza provinciale, tra le strade in cui vige il divieto, non c'è la Sp 6 che collega Monselice e Este. Inoltre il divieto lungo la Sp 21, che da Baone porta a Valle San Giorgio, comincia dall'incrocio con via Maso, ossia fuori dal centro: di fatto chi arriva al nostro locale da Este e Monselice non può incappare in alcun controllo». Ai clienti è stato quindi consegnato un volantino in cui si mettono in chiaro queste informazioni: «Qualora qualcuno di voi nel raggiungerci fosse fermato dalle forze dell'ordine e sottoposto a controllo con successiva applicazione della sanzione prevista (78 euro di multa e 2 punti decurtati dalla patente, ndr) - scrivono - non esiti a consegnarcela. Sarà nostra cura provvedere al completo annullamento». 

Il sindaco.
Non appena l'ordinanza è stata «pubblicizzata», i gestori del locale hanno chiesto un colloquio con il sindaco Corso. «Gli
elementi segnalati dai titolari del locale sono fondati - ha confermato - motivo per cui chi raggiunge il centro di Baone non ha l'obbligo di avere catene o gomme termiche. Ricordo comunque che l'ordinanza ha più un valore educativo: è bene abituare gli automobilisti alla cultura della sicurezza».

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro