Menu

Quella telefonata di Stefan «Vogliono Acqua & Sapone» «Non ce la faranno mai»

La cricca della logistica 6 / Gennaio 2009, Willi Zampieri rassicura il consigliere: «Offrono 0,35 euro a collo, contro lo 0,21 nostro»

PADOVA. Anno 2009: Walter Stefan, all'epoca è ancora consigliere provinciale a Padova in quota Forza Italia e ha incarichi anche all'Interporto e a Magazzini Generali. Il nove di gennaio Stefan chiama Willi Zampieri. I due, oltre che per motivi professionali, si conoscono da tempo. Zampieri, per esempio, è presidente del VillatoraSaonara squadra di Promozione di cui Stefan è tifoso oltre che speaker ufficiale durante le partite di campionato. 

Stefan in questa telefonata, informa di aver ricevuto la visita di Antonio Miazzo (un imprenditore della logistica) a Palazzo Sant Stefano, per riferirgli che vuole prendere in mano il magazzino di Acqua & Sapone (marchio di Gottardo, ditta leader nel settore dei prodotti per la cura della casa, della persona e di articoli di profumeria con sede a Campo San Martino). Ma Zampieri rassicura Stefan che Miazzo ha fatto una proposta per entrare nell'appalto, ma che il suo prezzo è di gran lunga più alto («è questo è significativo» scrive il Gip) di quello praticato dalle coop di Zampieri che lavorano per Gottardo.  

Zampieri:
«Pronto?». 
Stefan: «Sono Walter, Willi».  
Zampieri:
«Ciao Walter».  
Stefan:
«Ciao caro. Ascolta una roba. E' appena venuto a trovarmi Antonio Miazzo. Tu sai chi è no?».  Antonio Miazzo è un concorrente di Zampieri sul piano della logistica.  
Zampieri:
«Sì».  
Stefan:
«Ecco, mi ha detto che... ehm... Mi ha chiesto di dargli una mano perché "Acqua & Sapone" vuole cambiare la cooperativa di Willi. E che lui ha fatto un'offerta, d'accordo con te, dicendo a te, perché questo gli ha chiesto un'offerta».
Zampieri: «Quando dici: è venuto a trovarmi, (intendi) è venuto all'Interporto?».
Stefan: «No. L'ho visto qua in Provincia, perché me lo ha portato una qua di Padova che conosco, che fa politica con me qua in Antenore (piazza ndr). Te lo avevo anche detto, mi pare, un anno fa, un anno e mezzo fa». 
Zampieri: «Sì. E allora è vero che lui gli ha fatto un'offerta. Ma tanto per darti un'idea, lui gli ha proposto 0,35 (euro a collo) quando Gottardo (Acqua & Sapone) sta pagando 0,21. Quindi Gottardo, come ogni tre anni quando scadono i contratti, raccoglie le offerte e una di queste è quella di Miazzo. Però da là a dire che Willi è d'accordo eccetera eccetera, non c'entra un cazzo. Lui ha fatto la sua offerta come tutti».  
Stefan:
«Quindi te l'ha detto prima che faceva l'offerta?».  
Zampieri:
«Mi ha chiesto se poteva farla, gli ho detto di sì».  
Stefan:
«Cosa c'è di vero sul fatto che Gottardo vuol cambiare cooperativa?». Zampieri: «Devo vedere oggi pomeriggio il responsabile della logistica (Marco Serafini) perché non sono contenti del "capo"». 
Stefan: «Ma è tuo o suo (il capo)?».  
Zampieri:
«Mio».  
Stefan:
«Miazzo mi ha anche detto che stavano arrivando una serie di robe, Ispettorato del lavoro, ste robe qua».  
Zampieri:
«Sì è vero, mhm. è vero perché ne abbiamo licenziati 7-8 che rubavano e quindi è ovvio che quando vanno via mi vengono addosso... E' scontato».
Stefan: «Situazione gestibile, comunque?» 
Zampieri: «Assolutamente sì».  
Stefan:
«Te la affidi a coso là, come si chiama?».  
Zampieri:
«A Temporin (Cesare Augusto, il braccio destro di Zampieri). Sì lui».
Stefan: «Ascolta, va bene. Allora io gli ho detto (a Miazzo) che io adesso mi occupo, per togliermi un pochettino, che non mi occupo della parte operativa. Che noi altri come amministratori ci occupiamo solo delle linee strategiche e non della parte operativa. Comunque ho detto, non so se sia possibile, noi altri (Interporto) abbiamo un contratto con la Gottardo. Gottardo a suo tempo penso che ci fosse una cooperativa di Willi Zampieri, ho detto e non so se oggi sia possibile sciogliere un contratto. Perché mica posso far sciogliere un contratto e dopo rischiare che Willi Zampieri mi faccia causa».  
Zampieri.
«Certo». 
Stefan: «Così, ho detto, metto in crisi la società».  
Zampieri:
E' giusto, giusto».  
Stefan:
«E allora come è secondo te?»  
Zampieri:
«Cosa?». 
Stefan: «Una qualche risposta a questo (Miazzo) bisogna che gliela dia, no?». Zampieri: «Sì».  
Stefan:
«Non vorrei che Gottardo avesse detto (ad Antonio Miazzo) o che questo Marco Serafini gli avesse fatto questi apprezzamenti nei tuoi confronti, hai capito?».  
Zampieri:
«Sì. Diciamo che questo Serafini ha un po' il dente avvelenato». 
Stefan: «Tu non potresti cercare di tenere un rapporto diretto con Gottardo? E' il nostro cliente più importante».  
Zampieri:
«Ok. Ma il contratto dice che io sto la dentro finché Gottardo non dà disdetta all'Interporto».  
Stefan:
«Tu il contratto ce l'hai con noi altri (Interporto) o con Gottardo?».
Zampieri: «E' stato firmato in tre, con Gottardo e con Interporto».

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro